Home Concorsi Concorso ordinario infanzia e primaria, bando vicino: tutto sulla prova scritta

Concorso ordinario infanzia e primaria, bando vicino: tutto sulla prova scritta

CONDIVIDI

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, come abbiamo riportato in precedenza, il decreto che autorizza il Miur all’avvio delle procedure del concorso scuola infanzia e primaria, per l’assunzione di 16.959 docenti.

La prossima settimana i sindacati sono stati convocati al Miur per un’informativa sul bando, che, presumibilmente, potrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale il prossimo 2 agosto.

E’ l’ultimo “bollettino” in merito al concorso infanzia e primaria che attende ormai da mesi la pubblicazione del bando e l’avvio delle procedure relative.

ICOTEA_19_dentro articolo

Concorso ordinario infanzia e primaria. Iscriviti al nostro gruppo Facebook

I posti autorizzati saranno così utilizzati

  • 10.624 per l’anno scolastico 2020/2021
  •  6.335 per l’anno scolastico 2021/2022.

Clicca qui per il decreto

Concorso scuola infanzia e primaria: i requisiti per partecipare

Il decreto ministeriale evidenzia che saranno ammessi a partecipare al concorso scuola infanzia e primaria i candidati in possesso di uno dei seguenti titoli:

  1. titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  2. diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.

Per quanto concerne invece le procedure per i posti di sostegno su infanzia e primaria è richiesto inoltre il possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o di analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Concorso docenti infanzia e primaria: le prove

Prima di tutto bisogna ricordare che il concorso infanzia e primaria si articolerà:

– una prova scritta,

– una prova orale

– nella successiva valutazione dei titoli.

Può essere previsto lo svolgimento di un test di preselezione, qualora a livello regionale e per ciascuna distinta procedura, il numero dei candidati sia superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso.

Alla prova scritta sarà ammesso un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso nella singola regione per ciascuna procedura. Saranno ammessi in ogni caso, e in deroga al numero massimo, tutti i candidati che prenderanno lo stesso voto dell’ultimo degli ammessi al concorso.

Concorso scuola infanzia e primaria: articolazione prova scritta

La prova scritta durerà 180 minuti e consisterà in tre quesiti, scrive Italia Oggi.
Per quanto riguarda i posti comuni sono previsti due quesiti aperti riguardanti la trattazione articolata di tematiche disciplinari, culturali e professionali, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento nella scuola primaria e ai campi di esperienza nella scuola dell’infanzia.

Per i posti di sostegno sono previsti, invece, due quesiti aperti inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità. finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità.

Infine, sia per i posti comuni che sul sostegno, è previsto un quesito, articolato in otto domande a risposta chiusa, volto alla verifica della comprensione di un testo in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.