Home Attualità Concorso straordinario, Azzolina: “Le prove suppletive non sono previste”

Concorso straordinario, Azzolina: “Le prove suppletive non sono previste”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Le prove suppletive del concorso straordinario non possono svolgersi, è la Funzione Pubblica a stabilirlo con un parere. Lo ha detto la Ministra Azzolina nel corso del suo intervento a Otto e mezzo, su La7.

Dovete immaginarvi dieci persone per laboratorio, distanziate, con gli igienizzanti e il controllo della temperatura all’ingresso. Ci servirà
per avere meno precari l’anno prossimo perché potremo assumere”
, ha aggiunto Lucia Azzolina, che quindi conferma il concorso straordinario in partenza il 22 ottobre.

Eppure in Lombardia è stata approvata la mozione urgente dal Consiglio regionale della Lombardia, su proposta della Lega, che impegna la Giunta ad attivarsi per chiedere al ministero dell’Istruzione e al Governo di far slittare le prove scritte in programma dal 22 ottobre al 16 novembre: tra i voti favorevoli (57 con un solo astenuto) figurano anche i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il nodo della questione è specialmente quello relativo ai positivi in quarantena che non potranno accedere alle prove: per loro, quindi, non c’è molto da fare.

Ma non solo: in territori come questi, al momento a rischio, i candidati che devono spostarsi anche da altre Regioni, dovranno utilizzare mezzi di trasporto, problema non indifferente della pandemia, per arrivare alle prove.

Concorso straordinario secondaria, istruzioni per i candidati [VIDEO]

Preparazione concorso ordinario inglese