Home Personale Concorso straordinario per il ruolo, per ogni procedura si paga 50 euro

Concorso straordinario per il ruolo, per ogni procedura si paga 50 euro

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Nel vecchio DD 510 del 23 aprile 2020 che decretava la procedura concorsuale straordinaria per il ruolo, il contributo di segreteria per ogni procedura era di 40 euro, mentre adesso si dovranno pagare 50 euro a procedura concorsuale.

Versamento del contributo di segreteria

Nell’art.1, comma 5, del D.D. 783 dell’8 luglio 2020 è specificato che l’art. 3, comma 5, del decreto dipartimentale n. 510 del 23 aprile 2020 è così sostituito: «Per la partecipazione alla procedura è dovuto, ai sensi dell’art. 1, comma 111, della legge 13 luglio 2015, n. 107 nonche’ dell’art. 1, comma 11, lettera f) del decreto-legge, il pagamento di un contributo di segreteria pari ad euro 50 per ciascuna delle procedure cui si concorre. Il pagamento deve essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto intestato a: sezione di Tesoreria 348 Roma succursale IBAN – IT 71N 01000 03245 348 0 13 3550 05 Causale: “diritti di segreteria per partecipazione alla procedura straordinaria indetta ai fini dell’immissione in ruolo ai sensi art. 1 del decreto-legge n. 126/2019 – regione – classe di concorso / tipologia di posto – nome e cognome – codice fiscale del candidato” oppure attraverso il sistema “Pago In Rete”, il cui link sara’ reso disponibile all’interno della “Piattaforma concorsi e procedure selettive”, e a cui il candidato potrà accedere all’indirizzo https://pagoinrete.pubblica.istruzione.it/Pars2Client-user/».

Prova di esame in regione diversa da quella scelta

Come previsto all’art. 2, comma 04, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 giugno 2020, n. 41, qualora le condizioni generali epidemiologiche lo suggeriscano, lo svolgimento della prova scritta potrà avvenire in
una regione diversa rispetto a quella corrispondente al posto per il quale il candidato ha presentato la propria domanda.

ICOTEA_19_dentro articolo

Date per presentazione istanza

I candidati possono presentare istanza di partecipazione al concorso a partire dalle ore
9,00 dell’11 luglio 2020 fino alle ore 23,59 del 10 agosto 2020.

La prova scritta posti comuni e posti sostegno

La prova scritta, da superare con il punteggio minimo di sette decimi o equivalente e da svolgere con sistema informatizzato secondo il programma di esame previsto dal
presente bando, è distinta per classe di concorso e tipologia di posto. La durata della prova e’ pari a centocinquanta minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all’art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104.
La prova scritta per i posti comuni, è finalizzata alla valutazione delle conoscenze e delle competenze disciplinari e didattico-metodologiche, nonche’ della capacita’ di comprensione del testo in lingua inglese ed e’ articolata come segue:
a. cinque quesiti a risposta aperta, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento;
b. un quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacita’ di comprensione del testo al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.

La prova scritta per i posti di sostegno è finalizzata all’accertamento delle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità, nonchè finalizzata a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione
scolastica degli alunni con disabilità, oltre che la capacità di comprensione del testo in lingua inglese ed e’ articolata come segue:
a. cinque quesiti a risposta aperta, volti all’accertamento delle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità, nonchè finalizzata a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli
alunni con disabilità;
b. un quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacità di comprensione del testo al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.

Valutazione massima dei quesiti

I cinque quesiti a risposta aperta volti ad accertare le competenze disciplinari e didattico-metodologiche per i posti comuni e le competenze sulle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità per i posti di sostegno, possono essere valutati al massimo 15 punti a quesito per un totale di 75 punti. Mentre il singolo quesito di lingua inglese può valere al massimo 5 punti. Il totale della prova scritta è di 80 punti. Per superare la prova ci vogliono almeno 56/80 ma potrebbe non bastare per entrare in ruolo.

Preparazione concorso ordinario inglese