Home Concorsi Concorso straordinario: rinviato entro il 15 giugno

Concorso straordinario: rinviato entro il 15 giugno

CONDIVIDI

Secondo quanto comunicato dalla CGIL SCUOLA martedì 22 febbraio 2022 dovrebbe aver luogo l’informativa ai sindacati durante la quale il Ministro dell’istruzione dovrebbe comunicare il regolamento del concorso straordinario.

Proroga concorso straordinario        

Il concorso straordinario, doveva svolgersi entro il  31 dicembre del 2021, così come aveva previsto l’art. 9 bis della legge 106 del 23 luglio 2021, ma con il decreto mille proroghe sembra sia stato prorogato entro il 15 giugno del 2022.

Icotea

Requisiti

Possono partecipare tutti i docenti che abbiano svolto almeno tre anni di servizio nella scuola statale entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione anche non consecutivi negli ultimi cinque anni scolastici.

Gli anni di servizio devono rispondere ai requisiti di cui alla legge 124 del 1999 cioè:

ognuno dei tre anni di servizio previsti deve avere la durata  di almeno 180 giorni o sia stato prestato in continuità dal primo febbraio al termine dell’anno scolastico con la partecipazione agli scrutini finali. 

Per quali posti si partecipa

Il concorso straordinariamente prevede un  numero di posti pari a quelli vacanti e disponibili che residuano dalle immissioni in ruolo effettuati per l’anno scolastico 2021/2022;  fermo restando l’accantonamento dei posti relativi ai due concorsi ordinari previsti per la scuola dell’infanzia e primaria in via di espletamento e per la scuola secondaria di primo e secondo grado in attesa della data ufficiale d’inizio della prova scritta.

Presentazione domanda

Ogni candidato, in possesso dei requisiti di cui sopra,  può partecipare alla procedura concorsuale per una sola regione e per una sola classe di concorso per la quale abbia maturato almeno una annualità di servizio.

Graduatoria vincitori

Al termine della prova prevista, sarà compilata una graduatoria sulla base dei titoli posseduti e dal punteggio conseguito nell’unica prova disciplinare  prevista secondo quanto previsto nel decreto ministeriale (probabile solo prova orale).

Dalla graduatoria saranno immessi in ruolo un numero di candidati pari al numero di posti liberi e disponibili.

Le graduatorie decadono con l’immissione in ruolo dei vincitori.

Percorso formativo

Il concorso straordinario prevede: i candidati vincitori collocati in posizione utile in graduatoria partecipano, con oneri a proprio carico, a un percorso di formazione,  che ne integra le competenze professionali, al termine del quale saranno sottoposti ad una prova conclusiva, secondo modalità definite dal decreto del Ministro dell’istruzione.

 Vincitori del concorso

La positiva valutazione del percorso di formazione e della prova conclusiva darà diritto al candidato ad essere assunto a tempo indeterminato a decorrere dal 1° settembre 2022.

Nel corso dell’anno scolastico 2022/2023 i docenti assunti svolgono altresì il percorso annuale di formazione iniziale e prova.