Home Attualità Conte lascia il M5s dopo le bordate di Grillo? Gallo: deve rimanere,...

Conte lascia il M5s dopo le bordate di Grillo? Gallo: deve rimanere, forse è ora di cambiare linea su Scuola e altro

CONDIVIDI
  • Credion

Tra poche ore sapremo cosa ha deciso l’ex premier Giuseppe Conte: rimarrà con i 5 Stelle anche dopo le “bordate” rifilategli da Beppe Grillo? I bene informati sostengono che Conte sia ormai “ad un passo dall’addio al Movimento”, ma nel Movimento c’è chi si sta adoperando, come Luigi Di Maio, per ricucire lo “strappo”. Tra questi figura anche Luigi Gallo, deputato grillino, già presidente della commissione Cultura della Camera, secondo il quale “di sicuro abbiamo bisogno di Grillo, antisistema e radicale, che guarda con attenzione agli ultimi e alla crisi ambientale, ma – sottolinea – anche di Conte, pragmatico e istituzionale, che sa arginare conflitti e placare egoismi e isolamenti nella società, in un contesto storico in cui ci sono sfide planetarie da affrontare e importanti risposte ancora da dare”.

Cambiare rotta su scuola e cultura?

“Come forza politica – ha ancora detto Gallo – dobbiamo scegliere tra posizioni radicali sui temi dell’ecologia, delle lobby, degli esclusi e posizioni accomodanti. Dobbiamo scegliere se cambiare rotta rispetto all’esperienza di governo su scuola e cultura, se cambiare rotta sulla nostra critica al Pil, che parte da Kennedy”.

Icotea

“Sono nodi da sciogliere al più presto”, dice ancora Gallo. “Oggi, come forza politica, possiamo rivendicare un ruolo importante sui temi ambientali, sul lavoro, sulla giustizia, sull’etica pubblica, e siamo di certo gli unici a garantire che la transizione ecologica non sia un paravento per gli interessi dei grandi gruppi industriali. Servono coraggio e umiltà”, conclude Gallo mandando così un segnale di ricomposizione con necessità di cambiare linea su più fronti.