Home Didattica Cos’è la didattica formativa? Come lavorare in classe con le emozioni primarie

Cos’è la didattica formativa? Come lavorare in classe con le emozioni primarie

CONDIVIDI

Perché lavorare in classe con le emozioni primarie? Perché la didattica deve essere innanzitutto formativa, deve cioè proporsi come strumento per formare la persona agendo su di essa in maniera completa e integrata, dando forma a quella che Mario Gennari definisce la tessitura dell’opera insegnativo-apprenditiva. (VAI AL CORSO Catturare le emozioni in un diario fotografico)

In altre parole ogni disciplina va pensata e offerta in prima battuta nel suo significato formativo, quindi nella sua capacità di formare globalmente il soggetto. La didattica deve insomma porsi come sistema complesso di eventi, di segni, di esperienze unitarie, integrate, dinamiche, armoniche, coessenziali. Ecco perché lavorare con le emozioni primarie in classe, per integrare gli apprendimenti formali e l’istruzione con gli aspetti emotivi della personalità degli alunni, così da rendere il processo di apprendimento formativo, non soltanto istruttivo.

Icotea

Il corso

La proposta formativa della Tecnica della Scuola è un corso pratico dedicato alla realizzazione di un diario autoprodotto sulle emozioni primarie, in cui raccogliere frasi e immagini di studenti e studentesse. 

Il corso Catturare le emozioni in un diario fotografico​, a cura di Emanuela Amadio, è in programma dal 9 giugno.  

I destinatari 

Il webinar si rivolge a docenti delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di  primo grado che desiderano affrontare il tema delle emozioni utilizzando le immagini fotografiche.

In base all’età degli studenti, potrai scegliere se occuparti​ in  toto​ del lavoro o coinvolgere la classe nelle fasi di scatto e nella produzione scritta.

Competenze fotografiche 

Saper ​leggere​ una fotografia è una competenza fondamentale nell’ambito  dell’educazione digitale.

I social network hanno cambiato radicalmente il modo di  fruire le immagini ed è importante introdurre la fotografia a scuola, non solo come  fonte storica, ma anche come mezzo di espressione del sé.  

La fotografia è anche ​tecnica​: insieme alla docente, vedrai come gestire la  sessione di scatto ​per ottenere delle immagini comunicative, regolare i parametri  tecnici sullo smartphone e organizzare un set fotografico in classe. La fotografia, però, va ben oltre la fase di scatto: durante il corso scoprirai come  selezionare efficacemente le immagini e abbinarle alle frasi che raccontano le  emozioni di studenti e studentesse.

È inoltre previsto un approfondimento sull’​archiviazione​, che ti consentirà di gestire facilmente le fotografie e condividerle con colleghi e famiglie, senza rischiare di perderle.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook

Competenze grafiche e di rilegatura 

Quante volte hai utilizzato app e software per la creazione di poster, materiale didattico o brevi video? In questo corso scoprirai come usare ​Canva​, un semplice programma per l’impaginazione​ con cui preparare il diario fotografico delle  emozioni.  

Nell’ultima lezione, dopo avere stampato il diario, potrai occuparti della ​rilegatura con ago e filo​. Gestire un progetto fotografico dall’idea alla stampa è una competenza molto utile nel contesto scolastico: ti consentirà di documentare le  attività e di condividere con le famiglie un ricordo da conservare.