Home Attualità Decreto Natale in Gazzetta Ufficiale, cenone anche in comuni diversi ma della...

Decreto Natale in Gazzetta Ufficiale, cenone anche in comuni diversi ma della stessa regione

CONDIVIDI
  • Credion

Uscito in Gazzetta Ufficiale il testo del Decreto Legge Natale che rinvigorisce le misure restrittive nel periodo delle feste, tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021, con una stretta “rossa” nei giorni festivi e prefestivi e una stretta “arancione” negli altri giorni.

In Gazzetta viene chiarito che a partire dal 19 dicembre, pur mantenendosi in vigore l’impianto di base del DPCM del 3 dicembre scorso, vengono aggiunte o precisate alcune ulteriori misure.

Icotea

La visita di due persone

Un chiarimento importante riguarda la possibilità di effettuare pranzi o cene in famiglia, nel rispetto del rientro a casa al massimo alle ore 22.

In particolare, si legge che durante i giorni compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Dunque, i punti interessanti sono vari:

a) 2 persone possono andare a visita (più eventuali figli minori di 14 anni o persone disabili/non autosufficienti);

b) la visita può avvenire in altro comune, a quanto si capisce, ma non in altra regione, e solo una volta al giorno;

c) l’abitazione che ospiterà l’incontro non potrà contenere più del nucleo che lì risiede e dei due ospiti aggiuntivi (con eventuali figli minori di 14 anni o persone disabili/non autosufficienti, come dicevamo).