Home I lettori ci scrivono Didattica a distanza, l’esperienza di una scuola di Milazzo (Messina)

Didattica a distanza, l’esperienza di una scuola di Milazzo (Messina)

CONDIVIDI
  • Credion

Sono Maria Grazia Caliri ed insegno lettere alla scuola secondaria Giuseppe Garibaldi di Milazzo in provincia di Messina.

In questi giorni di grande confusione e smarrimento, noi docenti tutti ci stiamo rimboccando le maniche lavorando oltre il dovuto, attivandoci per una didattica a distanza efficace.

Icotea

Utilizziamo il registro Argo sul quale inviamo approfondimenti, link, esercizi, schede personalizzate e video lezioni.

Ci serviamo anche della piattaforma WeSchool e di collegamenti via skype.

Nello specifico, vorrei raccontare la mia esperienza come insegnante di Lettere in due classi terze ed una seconda. Sto facilitando i miei alunni con schede personalizzate e strutturate a seconda delle loro esigenze.

Ogni lezione preparata dalla sottoscritta ed inviata, è corredata da mappa e viene spiegata sul cartaceo e tramite una video lezione. Gli esercizi inviati sono accompagnati da una scheda con le soluzioni per facilitare le famiglie.

Sto usando power point con la mia voce  registrata per spiegare la letteratura ed accorciare le “distanze”, per quel che concerne la grammatica realizzo power point di pentagrammatica.

Attraverso la canzone italiana i ragazzi svolgono sul testo, di cui sentono il file audio musicale, l’analisi logica e del periodo.

Realizzo schede personalizzate di antologia servendomi anche della fumettistica, sulle varie tipologie testuali  studiate quest’anno, come i testi argomentativi.

C’è la massima collaborazione con le famiglie, con cui mi tengo in contatto tramite le rappresentanti di classe,  per sapere come la didattica procede.

Noi docenti dell’Istituto Comprensivo Primo, sotto la guida della dirigente dott.ssa Elvira Rigoli, stiamo facilitando gli alunni, cercando di  far sentire la scuola meno distante, non ci limitiamo  ad assegnare compiti senza spiegarli, esattamente come, con grande senso di responsabilità, eravamo soliti fare  in presenza.

Consolidiamo le conoscenze e laddove necessario alterniamo con il riepilogo ed esercizi di recupero, alleggerendo le famiglie che in questo momento hanno bisogno del nostro supporto.

Maria Grazia Caliri