Home Attualità Draghi: ringrazio i giovani e i giovanissimi che si sono vaccinati. Ci...

Draghi: ringrazio i giovani e i giovanissimi che si sono vaccinati. Ci permettono di tenere aperte le scuole

CONDIVIDI
  • Credion

Il presidente del Consiglio Mario Draghi, mentre al Governo si discute della manovra di bilancio, nella mattina del 20 ottobre ha riferito al Senato sui temi in discussione al Consiglio europeo del 21 e 22 ottobre a Bruxelles. Particolare attenzione è stata dedicata, nel discorso del presidente, al tema dei vaccini.

“Dopo un avvio stentato la campagna vaccinale in Europa ha raggiunto risultati molto soddisfacenti – ha dichiarato il presidente -. Nell’Ue quasi 4 adulti su 5 hanno avuto almeno una dose; in Europa abbiamo somministrato 130 dosi di vaccino per 100 abitanti, a fronte delle 121 negli Usa. In Italia la campagna procede più spedita della media europea. Ad oggi l’86% della popolazione sopra i 12 anni ha ricevuto almeno una dose e l’81% è completamente vaccinata”.

Icotea

“Uno sforzo straordinario per cui dobbiamo essere grati al nostro sistema sanitario, a partire da medici e infermieri e all’immane opera logistica che è stata compiuta sin dall’inizio di questo Governo”.

E aggiunge: “Voglio ringraziare tutti i cittadini che si sono vaccinati, soprattutto i giovani e i giovanissimi, ma anche chi si è vaccinato nelle ultime settimane superando le proprie esitazioni. La curva epidemiologica è oggi sotto controllo grazie al senso responsabilità dei cittadini, questo ci permette di tenere aperte le scuole e i luoghi della nostra società”.

“Dobbiamo garantire i vaccini ai Paesi più fragili per permettere loro di proteggere i propri cittadini e per evitare la circolazione di nuove varianti”.

Altri temi in discussione: pandemia e vaccini, transizione digitale, costo dell’energia, migrazioni, impegni internazionali.