Home I lettori ci scrivono E’ sempre Natale

E’ sempre Natale

CONDIVIDI
  • Credion

Anche quest’anno siamo giunti ad un Natale tanto atteso, forse, più di altri, alle soglie del Nuovo Anno, con non meno incertezze nei più disparati settori della nostra quotidianità, tra questi la scuola, la famiglia, il lavoro in generale,  continuano a viverne di tante, ma in tanti, ne sono certo, continuano a dare il meglio, penso ai tanti colleghi docenti, al personale ATA, ai Dirigenti Scolastici e all’intero personale coinvolto, a vario titolo, nella scuola, pensiamo agli assistenti alla comunicazione e all’autonomia, in un numero mai sufficiente, a chi offre continuo supporto, affinché nel nuovo anno che ci attende, la scuola possa completarsi in presenza, senza interruzioni, per i tanti alunni delle scuole di ogni ordine e grado. Le incertezze non sono mancate e non mancano neppure per il prosieguo delle attività didattiche. Questo Natale, vissuto con un po’ meno di restrizioni, ma non con meno preoccupazioni, dovrebbe insegnarci a vivere il Natale ogni giorno, perché in fondo è  sempre Natale se lo si desidera, al netto di addobbi, festoni e panettoni. E’ con questo auspicio che dedico a tutti i lettori di Tecnica della Scuola, a tutti gli alunni, un sereno Natale, con una inedita poesia: “E’ sempre Natale”. 

È Natale
per chi crede, al di là della fede
è Natale per chi non pone barriere,
al cuore nessuna frontiera,
è Natale per adulti, Babbi e piccini,
lo è pur se non cade la neve,
e allora è Natale,
per chi si avvicina ad un presepe
ne scruta la luce, i pastori,
una fredda capanna,
e la tanta quiete,
È Natale…
per chi nel freddo di una città,
s’incanta ad osservar addobbi e festoni,
per chi in ricchezza o in povertà,
non fa paragoni.
È Natale per chi al freddo
cerca riparo dietro una siepe,
un albero adorno,
lo è per chi attende una tavola imbandita
una visita gradita, un gesto cortese,
cristiano, tenersi per mano,
ed è sempre Natale per chi vorrebbe ricevere,
ma in un sorriso può solo donare,
non importa…
È Natale, per sognare, perdonare,
ad uno e più abbracci lasciarsi andare,
un ricordare, al fissar la stella polare,
che è tempo d’Amare.
Buon Natale.

Icotea

Link audio alla poesia: http://www.francescoaugello.it/poesie/esempreNatale.mp3

Francesco Augello