Home Archivio storico 1998-2013 Esami di Stato Esami maturità all’estero

Esami maturità all’estero

CONDIVIDI
Le nomine conferibili a personale dirigente o docente della scuola in servizio all’estero per la formazione delle Commissioni in esami conclusivi di Stato, introdotte con la riforma degli esami di stato non modificano le disposizioni degli anni precedenti.
Resta quindi per tale personale confermata la priorità nell’ordine delle nomine, per ragioni di contenimento della spesa, fatte salve esigenze di rotazione e alternanza. Le nomine sono disposte secondo criteri pressoché esclusivi di viciniorietà della sede di servizio alla sede di esame.
 
LE SEDI DEGLI ESAMI CONCLUSIVI DEI CORSI DI STUDIO SECONDARI DI SECONDO GRADO (EX “MATURITÀ”), SCUOLE ITALIANE STATALI O PARITARIE ALL’ESTERO
Addis Abeba, Asmara, Atene, Barcellona, Basilea, Belo Horizonte, Bogotà, Buenos Aires, Caracas, Casablanca, Colonia, Il Cairo, Istanbul, Lagos, La Plata, Lima, Losanna, Lugano, Lugano-Paradiso, Madrid, New York, Olivos (Buenos Aires), Parigi, Port Harcourt, San Gallo, San Paolo, Teheran, Tripoli, Tunisi, Villa Adelina (Buenos Aires), Zurigo.
 
IL PERSONALE AVENTE TITOLO A PRESENTARE LA DOMANDA IN QUALITÀ DI PRESIDENTE
Dirigenti scolastici
Dirigente di istituto statale di istruzione secondaria superiore o inclusivo di istituto di istruzione secondaria superiore funzionante all’estero ai sensi dell’art. 639 del D. L. vo n. 297/94, ovvero Dirigente scolastico assegnato agli Uffici scolastici consolari.
 
IL PERSONALE AVENTE TITOLO A PRESENTARE LA DOMANDA IN QUALITÀ DI COMMISSARIO ESTERNO 
Docenti
Docenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, di istituto statale di istruzione secondaria superiore, in servizio all’estero ai sensi dell’art. 639 del D. L.vo n. 297/94, purché non impegnati quali commissari interni nella sede di servizio. Sono ammessi a presentare domanda anche i lettori (docenti di istituti di istruzione secondaria di 1° e 2° grado), previo nulla osta della competente Autorità accademica, oltre che della Rappresentanza competente.
 
LE SEDI DEGLI ESAMI DI LICENZA MEDIA
Addis Abeba, Asmara, Atene, Barcellona, Basilea, Belo Horizonte, Bogotà, Bucarest, Buenos Aires, Caracas, Casablanca, Colonia (Stommeln), Gedda, Il Cairo, Istanbul, Lagos, La Plata, Lima, Losanna, Lugano-Paradiso, Madrid, Mendoza, Montevideo, Mosca, New York, Olivos (Buenos Aires), Parigi, Port Harcourt, Quito, San Paolo, Santiago del Cile, Teheran, Tripoli, Tunisi, Villa Adelina (Buenos Aires), Zurigo.
 
IL PERSONALE AVENTE TITOLO A PRESENTARE LA DOMANDA IN QUALITÀ DI PRESIDENTE
Dirigenti scolastici
Dirigente di scuola media statale o inclusiva di scuola media statale, in servizio all’estero ai sensi dell’art. 639 del D. L.vo n. 297/94, ovvero Dirigente scolastico assegnato agli Uffici scolastici consolari.
Docenti
Personale di ruolo della scuola in servizio all’estero ai sensi dell’art. 639 del D. L.vo n. 297/94, e secondo l’ordine indicato dal D. P. R. n. 362/66, art. 7. I docenti delle scuole secondarie all’estero, medie e superiori, in servizio all’estero ai sensi dell’art. 639 del D. L.vo n. 297/94 sono tenuti a presentare domanda quale che sia la classe di concorso di appartenenza. Possono indicare di essere nominati solo in caso di necessità. Sono ammessi a presentare domanda anche i lettori, previo nulla osta della competente autorità accademica, oltre che della Rappresentanza competente. In caso di assoluta necessità, a tali docenti può essere conferito l’incarico di Presidente, purché abbiano almeno cinque anni di servizio di ruolo in Italia e due all’estero, e purché abbiano fatto parte almeno una volta di commissioni di esami di licenza media.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE.
Il personale in servizio all’estero dovrà far pervenire la domanda, per il tramite della competente Rappresentanza diplomatica o consolare, al Ministero degli affari esteri, DGPCC – Uff. IV.
La domanda va redatta esclusivamente compilando la scheda domanda allegata. Essa deve essere trasmessa a questo Ministero, per il tramite della competente Rappresentanza diplomatica o consolare entro e non oltre il 10 marzo 2007, anticipata via fax al numero 06-36912799. Ai fini dell’accertamento del termine fa esclusiva fede la data acquisita al protocollo della stessa Rappresentanza Diplomatica o Consolare.
I Presidenti e Commissari negli esami finali di Stato e i Presidenti negli esami di Licenza media di norma non possono essere nominati in commissioni operanti nella stessa scuola dove prestino servizio o dove abbiano prestato servizio, in commissione di esame, nei due anni precedenti l’anno in corso.
 
Per quanto riguarda le nomine conferibili a personale docente in servizio in Italia per funzioni di commissario anno scolastico 2006/07, a seguito della entrata in vigore della Legge 11 gennaio 2007, n. 1, in materia di esami finali di Stato, sono ripristinate, con poche variazioni, le commissioni integrate con membri interni ed esterni, rimanendo ovviamente sempre comunque esterno il Presidente.
Sono quindi disponibili gli incarichi a personale docente in servizio anche nelle scuole italiane e sono ammesse a presentare domanda le sole categorie indicate nella Circolare Mae.
 
 
LE SEDI DEGLI ESAMI CONCLUSIVI DEI CORSI DI STUDIO SECONDARI DI SECONDO GRADO SCUOLE ITALIANE STATALI O PARITARIE ALL’ESTERO
Addis Abeba, Asmara, Atene, Barcellona, Basilea, Belo Horizonte, Bogotà, Buenos Aires, Caracas, Casablanca, Colonia, Il Cairo, Istanbul, Lagos, La Plata, Lima, Losanna, Lugano, Lugano-Paradiso, Madrid, New York, Olivos (Buenos Aires), Parigi, Port Harcourt, San Gallo, San Paolo, Teheran, Tripoli, Tunisi, Villa Adelina (Buenos Aires), Zurigo.
 
Il personale docente avente titolo a presentare la domanda in qualità di commissario esterno e ordini di nomina è il seguente:
Docente nei ruoli della scuola secondaria di secondo grado in servizio nelle scuole metropolitane, con almeno 5 anni di servizio nel ruolo di appartenenza che insegni, nell’ordine, in classi terminali e nelle classi non terminali, e a condizione che abbiano svolto per almeno una volta le funzioni di commissario negli esami già di maturità o finali di Stato;
b) Docente nei ruoli della scuola secondaria di secondo grado in servizio presso il MAE per le finalità di cui all’ art. 626 del D. L.vo n. 297/94, con almeno 5 anni di servizio nel ruolo di appartenenza, e a condizione che abbia svolto almeno una volta le funzioni di commissario negli esami già di maturità o finali di Stato.
Nel caso eccezionale in cui l’Amministrazione del MAE non fosse in grado di coprire i posti disponibili con il personale suddetto, potranno essere prese in considerazione dichiarazioni di disponibilità prodotte a questo Ministero da parte di docenti di istituzioni scolastiche secondarie di II grado collocati a riposo da non più di 3 anni.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda deve essere spedita a cura dell’interessato, e a mezzo raccomandata ordinaria, entro e non oltre il 10 marzo 2007 al Ministero degli Affari Esteri Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale Ufficio IV – Pol. Scol. Sez. I Piazzale della Farnesina, 1 00194 Roma.
 
TITOLI VALUTABILI
La valutazione dei titoli si effettua con i criteri oggettivi di cui all’allegato C.
Per i soli documenti relativi ai titoli di cultura, di cui ai punti c, d dell’Allegato D, deve essere acclusa, insieme alla domanda, una semplice fotocopia.
Il personale che, contrariamente a quanto abbia indicato nella domanda, al momento della nomina si trovi sprovvisto di documento valido per l’espatrio verso il Paese di destinazione decade dal diritto ad essere nominato ed è sostituito con altro aspirante.
CONDIVIDI