Home Archivio storico 1998-2013 Generico Esami primo ciclo candidati esterni

Esami primo ciclo candidati esterni

CONDIVIDI
webaccademia 2020

In vista della conclusione dell’anno scolastico, il Miur ha fornito con apposita circolare (la n. 27 del 5 aprile 2011) le disposizioni valide per i candidati esterni che intendono sostenere gli esami di idoneità o di licenza nelle scuole statali e paritarie del primo ciclo di istruzione.

 
Le indicazioni, precisa il Ministero, sono da considerasi valide anche per i prossimi anni scolastici, salvo ovviamente eventuali modifiche normative sulla materia, e riguardano gli alunni che frequentano scuole non statali non paritarie oppure si avvalgono di istruzione parentale, i quali devono chiedere, ai fini dell’ammissione alla classe successiva o al successivo grado di istruzione, di sostenere in qualità di candidati esterni gli esami di idoneità o di licenza presso una scuola statale o paritaria nei termini sotto indicati.
Differenti modalità sono previste a seconda del tipo di istruzione frequentata: per i candidati esterni provenienti da istruzione parentale l’esame di idoneità è dovuto annualmente, mentre per quelli provenienti da scuola non statale non paritaria l’esame di idoneità è previsto soltanto al termine della scuola primaria o in caso di passaggio a scuole statali o paritarie.
La possibilità di sostenere gli esami di idoneità e di Stato in qualità di candidati esterni, al termine dell’anno scolastico e ove non si siano ritirati prima del 15 marzo, non riguarda gli alunni che abbiano frequentato, nel medesimo anno scolastico, come alunni interni una classe di scuola statale o paritaria indipendentemente dal fatto che:
  siano o meno stati scrutinati per l’ammissione alla classe successiva ed all’esame di Stato;
  siano o meno stati ammessi, se scrutinati, a tale classe o all’esame;
  siano in possesso del requisito dell’età per l’accesso all’esame di Stato ovvero ad una qualunque classe superiore a quella frequentata.
Per essere ammessi all’esame di idoneità per le classi seconda, terza, quarta e quinta della scuola primaria e per la prima classe della scuola secondaria di primo grado è necessario aver compiuto o compiere, entro il 31 dicembre dello stesso anno in cui sostengono l’esame, rispettivamente il sesto, il settimo, l’ottavo, il nono e il decimo anno di età.
Invece, l’accesso agli esami di idoneità per le classe seconda e terza della scuola secondaria di primo grado è consentito a coloro che, entro il 30 aprile dello stesso anno in cui sostengono l’esame, abbiano compiuto o compiano rispettivamente l’undicesimo e il dodicesimo anno di età e che siano in possesso dell’attestazione di ammissione al primo anno di scuola secondaria di primo grado.
Per quanto riguarda l’esame di Stato al termine del primo ciclo di istruzione, l’accesso è consentito ai candidati esterni che abbiano compiuto, entro il 30 aprile dell’anno scolastico in cui si svolge l’esame, il tredicesimo anno di età e che siano in possesso dell’attestato di ammissione alla prima classe della scuola secondaria di primo grado. L’ammissione è consentita anche ai candidati che abbiano conseguito la predetta ammissione da almeno un triennio e i candidati che nell’anno in corso compiano ventitre anni di età.
Gli esami dovranno essere sostenuti esclusivamente presso una scuola statale o paritaria. Per le scuole paritarie però esistono dei limiti: infatti, non possono svolgere esami di idoneità e di Stato per alunni che abbiano frequentato scuole non statali e non paritarie o che abbiano effettuato la preparazione in corsi che dipendano dallo stesso gestore o da altro con cui il gestore abbia comunque comunanza di interessi.
Per accedere all’esame di idoneità o di Stato i candidati esterni devono presentare domanda di iscrizione ad una scuola statale o paritaria entro il 30 aprile dell’anno scolastico di riferimento.
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese