Home Didattica Giornata contro il bullismo. Azzolina: fenomeno che non accenna a diminuire

Giornata contro il bullismo. Azzolina: fenomeno che non accenna a diminuire

CONDIVIDI

Il 7 febbraio è la giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo: “Fenomeni che non accennano a diminuire. Come adulti non possiamo voltarci dall’altra parte. Dobbiamo essere al fianco dei ragazzi, guidarli, non lasciarli soli.” Così la Ministra dell’istruzione ancora in carica Lucia Azzolina.

A questo link il video postato dalla Ministra.

Icotea

Un evento, quello della giornata contro il bullismo e il cyberbullismo, strettamente legato alla giornata del Safer Internet Day 2021 in programma il 9 febbraio, per un Internet più sicuro e a misura di ragazzi.

Gli eventi in programma

Per l’occasione il Ministero dell’Istruzione ha pianificato laboratori online, dirette con gli esperti e la presentazione delle nuove Linee guida. Verrà inoltre discussa una ricerca che mostra come il tempo trascorso online stia decisamente aumentando: 1 ragazzo su 5 si definisce sempre connesso; 6 su 10 sono online dalle 5 alle 10 ore al giorno. Spiega il Ministero: Numeri raddoppiati rispetto allo scorso anno, complici anche i periodi passati a casa, lontano da scuola o da altre attività di socializzazione, durante la pandemia. Per il 59% gli episodi di cyberbullismo sono aumentati. 

Ricordiamo che il Ministero dell’Istruzione è coordinatore di “Generazioni connesse”, il Safer Internet Centre in Italia, il Centro italiano per la sicurezza in Rete. Altre istituzioni ed enti coinvolti nelle iniziative contro il bullismo e il cyberbullismo: l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, la Polizia di Stato, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’Università di Firenze e l’Università “Sapienza” di Roma, Save the Children Italia, SOS il Telefono Azzurro, la cooperativa E.D.I. Onlus, Skuola.net, l’Agenzia di stampa DIRE e l’Ente Autonomo Giffoni Experience.

Già domenica 7 febbraio, alcuni interventi social di “Generazioni Connesse” che danno spazio agli studenti e alle studentesse per dire la loro sul tema.

Lunedì 8 febbraiodalle ore 15.00 alle ore 18.00, alla vigilia della Giornata mondiale del SID, si svolgerà il “Media education workshop”, un laboratorio di formazione e di scambio di pratiche per docenti sull’educazione ai mediadigitali e la progettazione di un curricolo delle competenze digitali nelle scuole. Sono già 5.000 gli insegnanti che hanno aderito. Sarà anche possibile seguire il workshop in diretta streaming a questo indirizzo: https://vimeo.com/scuolafutura 

La mattina del 9 febbraio: il Safer Internet Centre Italia ha promosso un’edizione online dell’evento nazionale, che si svolgerà dalle ore 10:00 alle ore 13:00, in diretta sul canale Facebook e YouTube del Ministero e di Generazioni Connesse.

Tutti gli eventi in programma a questo link.

Le linee di orientamento del MI (aggiornamento 2021)

L’intento delle linee guida è consentire ai dirigenti, docenti ed operatori scolastici di comprendere, ridurre e contrastare i fenomeni negativi che colpiscono i nostri bambini e ragazzi, fornendo strumenti di comprovata evidenza scientifica.

L’attuale dettato normativo, Legge 71 del 2017 “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”, prevede un aggiornamento biennale delle Linee di Orientamento  e attribuisce a una pluralità di soggetti compiti e responsabilità ben precisi, ribadendo, però, il ruolo centrale della scuola, chiamata a realizzare azioni preventive in un’ottica di governance coordinata dal Ministero che includano:

  • la formazione del personale scolastico;
  • la nomina e la formazione di almeno un referente per le attività di contrasto dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo per ogni autonomia scolastica;
  • la promozione di un ruolo attivo degli studenti. Le studentesse e gli studenti devono essere sensibilizzati ad un uso responsabile della Rete e resi capaci di gestire le relazioni digitali in contesti non protetti.
  • Il lavoro didattico volto a favorire l’acquisizione delle competenze necessarie all’esercizio di una cittadinanza digitale consapevole. Tali indicazioni sono, a loro volta, contenute anche nella Legge 20 agosto 2019 n. 92 “Introduzione dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica” che prevede, nell’ambito dell’insegnamento trasversale dell’educazione civica, l’educazione alla cittadinanza digitale.

LEGGI ANCHE