Home Attualità Giovani meno connessi rispetto a un anno fa, merito anche del ritorno...

Giovani meno connessi rispetto a un anno fa, merito anche del ritorno in classe

CONDIVIDI

Nel giorno in cui si celebra il Safer Internet Day, la giornata mondiale per la sicurezza in rete, il portale Skuola.net ha effettuato un sondaggio sul rapporto dei giovani con il web. Ne è uscito un quadro leggermente diverso rispetto al periodo del lockdown. La situazione sta pian piano tornando alla normalità e il tempo che utilizzano i ragazzi in rete è diminuito. Lo dimostra la ricerca annuale condotta da Generazioni Connesse su un campione di 2.472 studenti di scuole secondarie di primo e secondo grado.

Il tempo trascorso online dagli adolescenti si sta riducendo. Dal 59% di connessi dalle 5 alle 10 ore al giorno, si è passati al 42% attuale. Non siamo ai livelli pre pandemia col 23% ma il dato sta sensibilmente scendendo.

Icotea

Coloro che affermano di essere sempre connessi scendono dal 18% del 2021 al 12% del 2022. Il 46% dei rimanenti ragazzi stima di passare online meno di 4 ore al giorno (il doppio rispetto a un anno fa). Merito certamente del ritorno alla scuola in presenza e delle altre riaperture.

Il 55% dichiara di aver ricevuto informazioni utili per difendersi dai pericoli della Rete, un netto miglioramento rispetto al 29% di dodici mesi fa. Crescita dovuta soprattutto ai docenti (31%). Maggiore sicurezza, maggiore prevenzione. Il 47% afferma di aver preso misure preventive per una navigazione più sicura. Anche se c’è tanto ancora da fare visto che il 25% non ha mai pensato a tutelarsi e il 28% non sa come fare.

Cresce la consapevolezza dei rischi della Rete, ma fenomeni come sexting o cyberbullismo risultano ancora parecchio frequenti. Il 7% è stato vittima di atti di cyberbullismo e il 21% è spettatore di tali atti.