Home Graduatorie Gps 2022, 700mila insegnanti in attesa di aggiornare titoli di studio e...

Gps 2022, 700mila insegnanti in attesa di aggiornare titoli di studio e servizio prestato

CONDIVIDI

Come abbiamo anticipato, le organizzazioni sindacali in queste ore si trovano a contrattare con il Ministero dell’Istruzione la riapertura delle Gps, che potrebbe slittare di un anno dal 2022-2023 al 2023-2024.

Sebbene l’OM 60/2020 fissi per il 2022 l’aggiornamento delle graduatorie provinciali supplenze istituite per la prima volta nel 2020, dato che la validità delle Gps è biennale, al Ministero si starebbe pensando a un posticipo. Provvedimento che farebbe sollevare non poche proteste e che ha già dato il via a una petizione.

Icotea

Di recente Manuela Pascarella (Flc Cgil) ha argomentato il perché sia estremamente importante l’apertura delle Gps adesso: “Nel 2020 in occasione dell’istituzione delle Gps ci sono stati oltre 700mila insegnanti o aspiranti docenti che hanno presentato domanda per inserirsi all’interno delle graduatorie provinciali per le supplenze – ha spiegato la sindacalista -. Inoltre quello del 2022 è un appuntamento importante perché oltre a essere avviato l’aggiornamento, il 2022 dovrebbe essere l’anno in cui si allineano dal punto di vista temporale le Gps con le Gae perché fino ad ora l’aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento e le Gps è stato sfalsato”.

Il sindacato Flc Cgil fa anche notare che “prorogare le graduatorie come sono, con l’OM 60/2020 in scadenza, pone il problema degli elenchi aggiuntivi, la cui regolamentazione è legata all’ordinanza. Il rischio, in altre parole, è quello di congelare l’esistente, lasciando fuori gli specializzandi del VI ciclo“.

Con grande ritardo quindi, rispetto ai tempi a disposizione, comincia il confronto sul testo del nuovo Regolamento, il cui iter di approvazione richiede – ricorda il sindacato Flc Cgil – anche il parare del Consiglio di Stato.

Il Ministero teme di non fare in tempo ad approvare il nuovo Regolamento e andare all’aggiornamento delle GPS. Per questo motivo – pare – la strada percorribile per l’amministrazione sarebbe quella di prorogare di un anno la validità delle graduatorie vigenti.

700mila docenti in attesa

In attesa della riapertura delle graduatorie provinciali supplenze o quanto meno del loro aggiornamento sono tutti coloro che sperano di inserire o di aggiornare i servizi maturati, i titoli di studio o la provincia di destinazione.

E ancora sperano nelle nuove Gps i neolaureati e gli specializzati e specializzandi nel sostegno, dopo i costi affrontati per il TFA.

Il comunicato di Flc Cgil

Le novità del nuovo Regolamento nella proposta del Ministero

Rispetto all’attuale impostazione le principali novità proposte riguardano:

  • la ratifica definitiva di procedure informatizzate per la nomina dei supplenti;
  • la ratifica del modello adottato la scorsa estate, con la mancata espressione di talune sedi che equivale a rinuncia e l’individuazione che corrisponde ad accettazione;
  • un irrigidimento delle sanzioni in rapporto alla mancata presa di servizio e all’abbandono del servizio;
  • l’eliminazione della seconda fascia GPS primaria e infanzia;
  • una precisazione sulle procedure per l’assegnazione degli spezzoni, che tutela i docenti che hanno diritto al completamento;
  • la tutela dei docenti inseriti in GAE con riserva, con la possibilità di inserirsi in GPS per la stessa classe di concorso;
  • la richiesta di tre annualità di servizio su sostegno svolte entro l’anno precedente a quello di aggiornamento per l’accesso alla seconda fascia GPS sostegno.

Le proposte Flc Cgil:

  • tempi distesi di almeno 30 giorni per la compilazione delle istanze di inserimento/aggiornamento;
  • visualizzazione immediata del punteggio calcolato dal sistema, per ridurre errori di compilazione e favorire autocorrezione immediata delle domande da parte degli aspiranti;
  • ripristino 2 fascia GPS primaria e infanzia, e necessari interventi sul numero chiuso a SFP;
  • valutazione piena dell’anno scolastico in cui avviene l’aggiornamento ai fini dell’inserimento nella GPS 2 fascia sostegno: il triennio deve poter comprendere l’anno in corso.

Le proposte formative della Tecnica della scuolaente accreditato Miur, nonché Eipass Center e LanguageCert Registration Center. Fanno fede le ultime ordinanze ministeriali.

Certificazione di lingua inglese Certipass e LanguageCert

Il livello B2 conferisce 3 punti, C1 4 punti e C2 6 punti per le GPS

LanguageCert è un Ente di certificazione regolamentato da Ofqual e Qualifications Wales ed è un provider di esami SELT approvato dal Ministero degli Interni del Regno Unito. Offre esami di alto livello ufficialmente riconosciuti da un sempre maggior numero di istituti di istruzione superiore, organizzazioni ed enti governativi inglesi e a livello internazionale, compreso il MIUR in Italia.

I vantaggi delle certificazioni Certipass e LanguageCert:

  • Corso on line. Corso online di preparazione con video lezioni e dispense, accessibile h24 e 7/7
  • Esame on line. Esame online ESOL che puoi sostenere da casa o in ufficio 24/7/365
  • Take². Possibilità di ripetere l’esame gratuitamente in caso di non superamento
  • Roconoscimento Miur. Certificazione linguistica riconosciuta MIUR e senza scadenza
  • Risultato rapido. Risultato dell’esame in 3 giorni lavorativi, attestato digitale e cartaceo
  • Sconto Eipass. Sconto del 50% su tutti i programmi di certificazione EIPASS online

Certificazione EIPASS

Conferisce 0,50 punti per le GPS. Sono riconosciuti sino a un massimo di quattro titoli per complessivi 2 punti.

La certificazione Eipass permette di: acquisire le conoscenze e le competenze tecniche dell’Information Technology e dell’utilizzo dei servizi di rete; conoscere i principi basilari e le problematiche inerenti la sicurezza informatica; saper utilizzare i servizi di comunicazione, la posta elettronica; acquisire le abilità relative all’archiviazione dei documenti digitali e all’utilizzo delle firme elettroniche e digitali; comprendere il corretto utilizzo della PEC; acquisire i concetti di privacy e protezione elettronica del dato personale.

MASTER: di I livello 60 CFU

Conferisce 1 punto per le GPS

  • La figura dell’insegnante di sostegno nella scuola
  • Glottodidattica infantile
  • Competenze per sviluppare il pensiero computazionale con il coding
  • Competenze e metodologie didattiche dell’animatore digitale
  • Autismo: dalla diagnosi all’intervento psicoeducativo
  • Metodologie didattiche per l’integrazione degli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA)
  • Didattica della lingua italiana come Lingua Seconda (L2)
  • Nuova didattica per le lingue: multimediale, flipped learning e Clil
  • A scuola oggi
  • Il bullismo: interpretazione fenomenologica, prevenzione e didattica

CORSI DI PERFEZIONAMENTO – 60 CFU

Conferisce 1 punto per le GPS

  • Nuova didattica per le lingue: la metodologia CLILConferisce 3 punti in graduatoria GPS purché abbinato ad una certificazione linguistica. Si può arrivare ad acquisire i seguenti punteggi: CLIL + inglese B2: 6 punti; CLIL + inglese C1: 7 punti; CLIL + inglese C2: 9 punti.
  • Metodologie didattiche per l’integrazione degli alunni con DSA
  • Metodologie didattiche, l’insegnamento curriculare e l’integrazione degli alunni con bisogni educativi speciali (BES)
  • La figura dell’insegnante di sostegno nella scuola
  • Il Bullismo: interpretazione, fenomenologia, prevenzione e didattica
  • Gestire i disturbi dell’apprendimento in prospettiva psico-pedagogica
  • Counseling professionale
  • Competenze per sviluppare il pensiero computazionale con il coding
  • Competenze e metodologie didattiche dell’animatore digitale
  • Glottodidattica infantile
  • Difficoltà dell’apprendimento in situazioni di handicap e integrazione scolastica
  • Pratiche innovative con le tecnologie didattiche: tablet e lavagna multimediale (LIM)
  • La buona scuola. Metodologie didattiche