Home Precari Graduatorie Istituto, occhio alle convocazioni: chi non risponde perde la supplenza. Le...

Graduatorie Istituto, occhio alle convocazioni: chi non risponde perde la supplenza. Le info utili

CONDIVIDI

Il 1 giugno il Miur ha reso noto il decreto ministeriale n.374 per l’inclusione e l’aggiornamento delle graduatorie di circolo e Istituto II e III fascia docenti 2017/2020. Nel Decreto Ministeriale suddetto è scritto che per gli anni scolastici 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020, sono costituite, in ciascuna istituzione scolastica, in relazione agli insegnamenti effettivamente impartiti, specifiche graduatorie di circolo e d’istituto, suddivise in tre fasce, per ogni posto d’insegnamento, classe di concorso o posto di personale educativo, ai sensi degli artt., 5 e 6 del decreto del Ministro della pubblica istruzione 13 giugno 2007 n. 131.

 

ICOTEA_19_dentro articolo

MODELLI – Devono compilare il modello denominato A1 i docenti abilitati per la classe di concorso a cui vogliono accedere in fascia II o che volessero aggiornare la loro posizione in fascia II, ma che non sono inseriti per quella classe di concorso in GAE.

Devono compilare il modello denominato A2 i docenti non abilitati che presentano domanda di inclusione in graduatorie di III fascia esclusivamente per insegnamenti in cui erano già presenti nelle graduatorie del triennio scolastico 2014/2015, 2015/2016, 2016/2017, ovvero esclusivamente per nuovi insegnamenti.

Devono compilare il modello A2 bis i docenti non abilitati che presentano domanda di inclusione in graduatorie di III fascia per insegnamenti in cui erano già presenti nelle graduatorie del triennio scolastico 2014/2015, 2015/2016, 2016/2017 e contemporaneamente per nuovi insegnamenti.

 

MODULO A1 ; MODULO A2 ; MODULO A2 bis

 

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA – Gli allegati modelli A1, A2 e A2bis dovranno essere trasmessi a far data dalla pubblicazione del decreto ed entro il termine del 24 giugno 2017 (come preannunciato dalla Tecnica della Scuola) tramite raccomandata A/R, PEC, o consegna a mano con rilascio di ricevuta ad una istituzione scolastica della provincia prescelta e secondo le modalità descritte all’art. 7, comma 1, lettera A) del D.M. 374 del 1/06/2017.

 

TEMPISTICA – La tempistica è finalizzata ad assicurare che l’inizio della produzione delle graduatorie provvisorie avvenga a partire dal 26 luglio 2017 e delle graduatorie definitive, all’esito dei reclami, dal 6 agosto 2017. 

 

ATTENZIONE – Gli aspiranti docenti che presenteranno le domande dovranno indicare nelle istanze l’indirizzo di posta elettronica. La procedura di reclutamento dei supplenti passa attraverso l’email (meglio se certificata). Chi non risponde alla mail di convocazione è considerato rinunciatario come prevede l’articolo 12 del decreto 374 del 1 giugno scorso. La convocazione via telefono è ammessa solo nel caso in cui la scuola è impossibilitata a utilizzare la posta elettronica. Prevista una sola eccezione per le supplenze fino a dieci giorni. I precari devono risultare reperibili dalle 7.30 alle 9.00. La comunicazione dovrà indicare la data di inizio della supplenza, la durata e l’orario complessivo settimanale. Se la convocazione riguarderà più aspiranti, la convocazione dovrà recare l’ordine di graduatoria in cui risultano collocati tutti gli aspiranti. Per le supplenze di durata pari o superiore ai 30 giorni il decreto prevede che la proposta di assunzione debba essere trasmessa con un preavviso di almeno 24 ore rispetto al termine utile di risposta.

 

{loadposition carta-docente}