Home Attualità Green pass, via libera della Cgil. Docenti non vaccinati trasferiti in altra...

Green pass, via libera della Cgil. Docenti non vaccinati trasferiti in altra sede ?

CONDIVIDI
  • Credion

Sul tema dell’obbligo vaccinale va segnalata una importante presa di posizione del segretario generale della Cgil, Maurizio Landini che, in una intervista pubblicata sul Corriere domenica 1° agosto, conferma quanto già aveva dichiarato nei giorni scorsi: “Siamo a favore del fatto che le persone si vaccinino e come sindacato stiamo raccomandando ai lavoratori di farlo”. 

Ma c’è di più: “Nessuna contrarietà del sindacato al green pass nelle aziende, ma niente sanzioni per chi dice no. Se il governo valuta sia necessario, può varare una norma. È già successo nella sanità”.
E a chi parla di una eventuale intesa fra Governo e sindacati, Landini risponde che “la responsabilità non può essere scaricata su un accordo fra le parti sociali”. 

Icotea

Non è tuttavia molto chiaro come si possa pensare ad una norma che imponga l’obbligo di vaccinazione senza che si prevedano al tempo stesso sanzioni, più o meno severe, per il mancato rispetto delle regole.
Il fatto è che l’eventuale il controllo sull’obbligo vaccinale potrebbe confliggere con le norme in materia di trattamento dei dati sensibili: a chi dovrebbe spettare il compito di controllare che il dipendente X sia in regola con le vaccinazioni?
Secondo quanto riporta Repubblica, sembra che il Governo stia pensando a sanzioni anche per i docenti che rifiutano la vaccinazione: si parla di “trasferimento” in altra città, anche se per la verità non si comprende bene l’utilità di una misura del genere.
Sempre secondo Repubblica su tutta questa materia potrebbero arrivare decisioni definitive già nei prossimi giorni.