I docenti di Religione sono come gli altri, vanno assunti e gli va data la card da 500 euro. Ruscica (Snadir): è svolta [INTERVISTA]

CONDIVIDI

Le sentenze emesse tra gennaio e marzo 2022 parlano chiaro: i 25mila docenti di religione sono a pieno titolo nel sistema scolastico italiano, quindi vanno trattati alla stregua degli altri insegnanti. A sostenerlo, in una video intervista alla Tecnica della Scuola, è Orazio Ruscica, segretario generale Snadir.

Il sindacalista ha preannunciato importanti novità in arrivo per i quasi 17mila docenti precari di Religione cattolica, a seguito dei pareri della Corte di Giustizia Europea e del Consiglio di Stato, che hanno dato il via libera alla procedura di assunzione straordinaria dei precari “storici” e anche dell’assegnazione dei 500 euro anni della carta docente per la formazione annuale del personale docente: serve però fare ricorso chiedendo al giudice di recuperare fino a sette annualità, quindi sino a 3.500 euro.

Icotea

Tutti temi che Ruscica ha raccolto nel suo libro, appena pubblicato, “Il rapporto di lavoro degli insegnanti di religione, una professione in divenire”.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook