Home La Tecnica consiglia Il recupero degli imballaggi d’acciaio si impara a scuola, con… Riciclick!

Il recupero degli imballaggi d’acciaio si impara a scuola, con… Riciclick!

CONDIVIDI

Un concorso fotografico per i ragazzi delle scuole medie promosso da RICREA, il Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi d’Acciaio, è l’imperdibile occasione per gli insegnanti delle scuole medie italiane per scoprire, insieme ai propri alunni, l’importanza della raccolta e del riciclo degli imballaggi d’ACCIAIO. Questo materiale, il più diffuso e utilizzato al mondo dopo il cemento armato, è una risorsa preziosa, riciclabile al 100% e infinite volte, che non va abbandonata in discarica, ma recuperata attraverso la RACCOLTA DIFFERENZIATA e l’AVVIO A RICICLO.

Come partecipare al Concorso Riciclick?

Gli insegnanti possono già registrarsi, iscrivere i ragazzi e avere così accesso al ricco KIT DIDATTICO: tante INFORMAZIONI pubblicate sul sito riciclick.it e soprattutto i FILMATI TUTORIAL sul ciclo dell’acciaio e su come fotografare con il telefonino e partecipare al concorso.
I ragazzi avranno poi tempo fino al 23 febbraio per inviare il loro SCATTO MIGLIORE e vincere PREMI per sé e per la propria classe: in palio, 6 buoni acquisto da 50 Euro alle 6 foto vincitrici, selezionate da una GIURIA qualificata, e 6 buoni acquisto da 500 euro alle classi da cui provengono le 6 foto premiate.

Le motivazioni del progetto

“Abbiamo ideato questo concorso” spiega il dottor Roccandrea Iascone, responsabile Relazioni Esterne di RICREA “perché il nostro impegno nella sensibilizzazione delle giovani generazioni ci ha sempre dato, fin dall’inizio della nostra attività iniziata vent’anni fa, grandissimi risultati. I ragazzi fanno “da traino” in famiglia nell’adozione di comportamenti corretti nel conferimento e nell’avvio a riciclo degli imballaggi. Ma rispetto agli inizi, è fondamentale intercettare gli interessi e le modalità di ESPRESSIONE CREATIVA dei bambini e degli adolescenti di oggi. E cosa c’è di più vicino a loro dello smartphone?”.

In mezzo alla notizia

Una scelta sicuramente al passo con i tempi, ma anche coraggiosa, quella del Consorzio RICREA. Ci sono insegnanti che non vedono di buon occhio questo rapporto spesso troppo “stretto” tra i ragazzi e lo smartphone. “Ci siamo posti il problema”, afferma Iascone “e siamo giunti alla conclusione che il telefonino non va demonizzato. Se utilizzato dai ragazzi a piccole dosi e trasformato in uno strumento per esprimere la creatività, può diventare una risorsa, naturalmente sotto il controllo e la supervisione di un adulto”.

La sfida di RICREA è già stata accolta da decine di insegnanti che hanno iscritto le proprie classi. L’iter è molto semplice: l’insegnante si registra su riciclick.it sezione “INSEGNANTI” e riceve le proprie credenziali d’accesso all’area riservata. Quindi procede con l’inserimento dei nomi dei ragazzi, ricevendo i codici abbinati a ogni nome. Solo dopo aver consegnato la liberatoria firmata da un genitore, l’alunno potrà ricevere il proprio codice dall’insegnante e scaricare sullo smartphone l’App gratuita riciclick, indispensabile per scattare le foto e partecipare al concorso.

Attenzione, per inviare una foto che abbia centrato il TEMA PROPOSTO, si consiglia a ragazzi e insegnanti di prendere visione del kit didattico (filmati e brochure) presente su www.riciclick.it.

Il tema del Concorso

Il tema di quest’anno ha come titolo “MI RIFIUTO!”. Sarà l’espressione di protesta di tutti i ragazzi che si rifiutano di considerare un “rifiuto” ogni IMBALLAGGIO D’ACCIAIO –barattoli per pomodoro e vegetali, scatolette per tonno e pet food, scatole regalo per dolci e liquori, latte per olio, bombolette spray, tappi e coperchi, fusti e secchielli – , scegliendo di non disperderlo in discarica, ma destinandolo a nuova vita, attraverso la raccolta differenziata e l’avvio a riciclo.
Per iscrizioni: http://www.riciclick.it/insegnanti/ Per informazioni: info@riciclick.it