Home Sicurezza ed edilizia scolastica In quali casi il Ds può avocare a sé l’incarico di RSPP

In quali casi il Ds può avocare a sé l’incarico di RSPP

CONDIVIDI
  • GUERINI

Considerando il fatto che il dirigente scolastico è a tutti gli effetti il datore di lavoro,  a lui competono gli obblighi connessi al ruolo. Per quanto riguarda la sicurezza nei luoghi di lavoro all’interno di una scuola lo stesso deve:

  • valutare i rischi con il sostegno del personale tecnico degli enti locali;
  • redigere il documento di valutazione rischi (DVR);
  • designare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) nella scuola.

Il RSPP nominato deve seguire un corso di 76 ore, suddiviso in tre moduli:

Icotea
  • Modulo A di 28 ore (carattere generale);
  • Modulo B di 24 ore (specifico per la scuola);
  • Modulo C di 34 ore (di carattere generale su aspetti gestionali ed organizzativi).

Il dirigente scolastico, nel caso in cui il numero dei lavoratori non superi le 200 unità e dopo aver seguito un apposito corso, può avocare a sé l’incarico di RSPP.
In un Istituto Scolastico, il DVR deve aderire ad alcuni criteri metodologici standardizzati, propri dello specifico contesto scolastico.