Home Attualità Inizio lezioni 2022-2023 in Calabria, si parte il 14/09 e si...

Inizio lezioni 2022-2023 in Calabria, si parte il 14/09 e si chiude il 10/06/2023 con 203 giorni di scuola

CONDIVIDI

Appena varato il calendario scolastico della Calabria 2022-2023, le lezioni inizieranno il 14 settembre 2022 e termineranno il 10 giugno 2023 con 203 giorni di scuola. Sono previsti alcuni ponti, come per esempio quello previsto per la fine di ottobre e quello del 9 e 10 dicembre 2022.

Decreto calendario scolastico della Calabria

Il Presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, decreta, in data 7 giugno 2022, che negli istituti e scuole di ogni ordine e grado statali e paritarie, ad eccezione delle istituzioni scolastiche di cui al comma 3 dell’art.138 del D.lgs. 112/98, l’inizio delle lezioni è stabilito per il giorno 14 settembre 2022 e il termine delle stesse per il giorno 10 giugno 2023 per un totale di n. 203 giorni di attività didattica; il termine delle attività educative nella scuola dell’infanzia è stabilito per il giorno 30 giugno 2023.

Icotea

Altri giorni di chiusura delle scuole

Le attività didattiche, oltre che nei giorni riconosciuti come festività nazionali ed in premessa indicati, non si effettueranno nei seguenti giorni:

  • il lunedì 31 ottobre 2022
  • dal venerdì 9 al sabato 10 dicembre 2022
  • dal venerdì 23 dicembre 2022 al sabato 7 gennaio 2023
  • dal giovedì 6 al martedì 11 aprile 2023
  • il sabato 3 giugno 2023

Autonomia scolastica

Bisogna precisare che nel decreto del calendario scolastico calabrese si ricordano i poteri conferiti, dall’autonomia scolastica, agli organi collegiali a fare adattamenti del calendario scolastico, nel rispetto del monte ore annuale deliberato, dandone comunicazione alle famiglie, agli Enti locali e all’Ufficio Scolastico Regionale, Ambito Territoriale Provinciale di appartenenza.

Allerta meteo o altre calamità

Nel decreto è anche specificato che in caso di eventi imprevedibili e straordinari (gravi calamità naturali, eventi atmosferici di particolare gravità, debitamente documentati, ecc.), gli Enti interessati potranno adottare i provvedimenti necessari, seguendo quanto indicato nella nota ministeriale prot. n. MIUR AOO DGOS/ 1000 del 22/02/2012. Bisogna ricordare che nella suddetta nota ministeriale, riguardante la chiusura delle scuole per eventi di natura atmosferia o di calamità naturale, al ricorrere di queste situazioni si deve ritenere che è fatta comunque salva la validità dell’anno scolastico, anche se le cause di forza maggiore, consistenti in eventi non prevedibili e non programmabili, abbiano comportato, in concreto, la discesa dei giorni di lezione al di sotto del limite dei 200, per effetto delle ordinanze sindacali di chiusura delle scuole.