Home Generale Insegnanti per la Gentilezza, nominata a Scampia la maestra Silvia Selo

Insegnanti per la Gentilezza, nominata a Scampia la maestra Silvia Selo

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Dopo la nomina dei primi 10 Assessori alla Gentilezza in Campania (Pontecagnano Faiano, San Giovanni a Piro, Battipaglia, Cercola, Acerno, Polla, Foglianise, Portici, Torre Annunziata, Castelnuovo di Conza; in Italia sono ad oggi 81) Napoli e più precisamente Scampia è tra le prime Città Italiane ad avere un Insegnante per la Gentilezza; la maestra della scuola primaria Silvia Selo, che insieme alla propria classe ha partecipato alle ultime Giornate Nazionali dei Giochi della Gentilezza, diventandone anche testimonial.

Quotidianamente dimostra una  grande sensibilità verso il benessere dei propri alunni, che spesso vivono in contesti difficili, trovando sempre un’occasione per farli sorridere.

Il mio impegno è garantire il diritto dei bambini allo studio, alla cultura – afferma la maestra Silvia – mostrando che ogni gesto gentile può essere davvero rivoluzionario, per coltivare il proprio talento e preservare il proprio futuro.

ICOTEA_19_dentro articolo

Nel 2018 era balzata alla cronaca per una lettera scritta a conclusione dell’anno scolastico, un inno alla gentilezza, rivolta ai propri alunni di 5° della sezione ‘G come Girasoli’, che come segno di gratitudine l’avevano soprannominata la “maestra meraviglia”: “..Ai bambini dico di fare attenzione alle amicizie sbagliate, di non aver paura di dire NO, per timore di sembrare ‘deboli’ o poco coraggiosi. E rispettate le ragazze. Coltivate l’amicizia, siate curiosi e generosi, non lasciatevi influenzare dagli altri, ragionate con la vostra testa, difendete il vostro punto di vista, ma siate pronti a fare un passo indietro se necessario…“.

L’Insegnante per la Gentilezza si occupa insieme agli Assessori alla Gentilezza (entrambi i ruoli creati dall’Associazione Cor et Amor) di proporre buone pratiche gentili per rafforzare il benessere delle Comunità Locali partendo dai bambini.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese