Home Archivio storico 1998-2013 Generico Iscrizioni: continuano i chiarimenti sulla terza fase

Iscrizioni: continuano i chiarimenti sulla terza fase

CONDIVIDI
  • Credion
Facendo seguito alla precedente nota di qualche giorno fa, con la nota prot. n. 592 del 7 marzo 2013il Miur ha pubblicato ulteriori chiarimenti sulle terza fase delle iscrizioni alle classi prime delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado a.s. 2013/2014.
Dal 1° marzo 2013, le scuole secondarie di primo grado, come scuole di partenza (attuale frequenza degli alunni), provvedono, attraverso la funzione “Gestione iscrizioni” – “Alunni classi conclusive” ad indicare per ogni singolo alunno, per il quale non è stata effettuata l’iscrizione on line, “la scelta della prosecuzione dell’obbligo alternativa al percorso scolastico”.
A tale proposito il Miur chiarisce che la funzione rimarrà aperta anche successivamente alla data del 10 marzo, precedentemente indicata (al momento non viene indicato il termine di chiusura). Inoltre, sempre con riguardo alla funzione di “scelta della prosecuzione”, nel caso dell’iscrizione verso una scuola paritaria non si deve procedere all’indicazione di questa scelta (per questo non è stata inserita la voce “scuola paritaria” nel menu a tendina di riferimento). Infatti, se l’istituzione paritaria non ha aderito al servizio delle “Iscrizioni on line”, dovrà inserire i dati delle iscrizioni pervenute utilizzando la funzione di “iscrizione diretta”, disponibile, per le sole scuole paritarie, a partire dall’11 marzo (mentre per le scuole statali, a partire dal 20 marzo). Nel momento in cui le suddette scuole registrano le iscrizioni al SIDI, automaticamente anche le scuole di partenza (statali e non) visualizzano i dati aggiornati.
Per quanto riguarda poi le iscrizioni visualizzate nello stato di “Incomplete”, tali domande, fino all’11 di marzo, possono essere annullate solo dalle scuole di partenza (ovvero di attuale frequenza); questa operazione consente alle scuole di destinazione di re-inserire le domande attraverso la procedura delle iscrizioni on line, ancora aperta per le scuole.
Invece, per i bambini iscritti al primo anno della scuola primaria (in questo caso non esiste per l’Anagrafe Nazionale degli Studenti la scuola di partenza), per l’annullamento delle domanda, l’istituzione destinataria dell’iscrizione deve rivolgersi all’Ufficio di statistica (preferibilmente tramite e-mail) indicando il codice fiscale dell’alunna ed il codice meccanografico della scuola.
L’11 marzo, tutte le domande ancora nello stato di “incompleta” verranno annullate d’ufficio da parte del Miur e potranno essere inserite con la funzione di “Iscrizione diretta”, a partire dall’11 di marzo, dalle scuole paritarie e dal 20 di marzo dalle scuole statali.