Home Generale La barbarie: Trump minaccia di colpire i siti culturali in Iran

La barbarie: Trump minaccia di colpire i siti culturali in Iran

CONDIVIDI

Tra gli altri siti culturali iraniani, otto sarebbero quelli archeologici situati in tre aree geografiche nel sud-est della provincia di Fars: Firuzabad, Bishapur e Sarvestan. Le strutture fortificate, i palazzi e i piani urbanistici risalgono ai tempi più antichi e recenti dell’Impero Sassanico.

Tra questi siti ci sono: Shahr-i Sokhta, che significa “Città bruciata”, si trova all’incrocio delle rotte commerciali dell’età del bronzo che attraversano l’altopiano iraniano. I resti della città di mattoni crudi rappresentano la nascita delle prime società complesse nell’Iran orientale.

e poi:

ICOTEA_19_dentro articolo
Sheikh Safi al-din Khnegh and Shrine Ensemble in Ardabil 
Costruito tra l’inizio del XVI secolo e la fine del XVIII secolo, questo luogo di ritiro spirituale nella tradizione sufi utilizza le forme architettoniche tradizionali iraniane per massimizzare l’uso dello spazio disponibile per ospitare una varietà di funzioni

Soltaniyeh 
Il mausoleo di Oljaytu fu costruito nel 1302-12 nella città di Soltaniyeh, capitale della dinastia Ilkhanid, fondata dai mongoli. Soltaniyeh è uno degli esempi eccezionali delle realizzazioni dell’architettura persiana e un monumento chiave nello sviluppo della sua architettura islamica.  È il primo esempio esistente di cupola a doppio guscio in Iran.

Shushtar 
Il Shushtar, sistema idraulico storico, inscritto come un capolavoro di genio creativo, si può far risalire a Dario il Grande nel V secolo a.C. Il anale Gargar  è ancora in uso e fornisce acqua alla città di Shushtar attraverso una serie di gallerie che forniscono acqua ai mulini.

CONDIVIDI