Home Attualità La classifica mondiale delle scuole perfette

La classifica mondiale delle scuole perfette

CONDIVIDI

L’istituto di ricerca inglese The Economist Intelligence Unit nel 2014 stilò la prima classifica mondiale delle scuole perfette. Quaranta i paesi esaminati, dal Regno Unito all’Australia al Giappone.

Per l’Italia un risultato senza infamia e senza lode: si collocò solo venticinquesima nella graduatoria, scavalcata dalle scuole dell’Est asiatico e da quelle dell’Europa del nord. Rimandati, invece, Colombia, Argentina, Brasile, Messico e, peggiore del mondo, Indonesia.

Nella graduatoria veniva preso in considerazione il fattore “comunità”, cioè quanto genitori, insegnanti e alunni collaborino insieme. In sintesi i ricercatori nel compilare questa classifica hanno tenuto conto di quella che viene definita “curva di apprendimento” che prende in considerazione una serie di aspetti quali:

ICOTEA_19_dentro articolo
  • la considerazione del ruolo degli insegnanti,
  • l’attenzione per la formazione (di base e continua),
  • l’interesse nei riguardi delle materie tradizionali come l’italiano, la matematica e le scienze,
  • l’interesse verso le materie del futuro come l’uso della tecnologia, ormai applicata in tutti i campi, il problem solving e il lavoro di gruppo (team working),
  • la collaborazione tra genitori e insegnanti.

Le nazioni che  ottennero le posizioni più alte della classifica furono quelle con i migliori risultati nei test internazionali, in primis quello sulle conoscenze matematiche e sulle letture, ma il livello valutativo tenne conto anche:

  • della spesa pro-capite dedicata all’educazione,
  • del Pil (prodotto interno lordo),
  • del livello di disoccupazione
  • dello stile di vita.

Si ricorda che l’Economist Intelligence Unit (EIU) è una business unit del gruppo Economist Group che fornisce previsioni e servizi di consulenza economici attraverso ricerche ed analisi di mercato, come ad esempio rapporti informativi mensili sulle nazioni, previsioni economiche sul periodo di 5 anni delle nazioni, rapporti di servizio sul rischio dei Paesi e rapporti industriali.

L’EIU fornisce analisi su nazioni, industrie, e management di tutto il mondo e incorpora l’ex Business International Corporation, una compagnia britannica acquisita dalla società madre nel 1986. L’EIU ha diversi uffici in tutto il mondo inclusi due uffici in Cina e uno a Hong Kong.

CONDIVIDI