Home Archivio storico 1998-2013 Generico La Natura e l’evoluzione del suo significato

La Natura e l’evoluzione del suo significato

CONDIVIDI
  • Credion
Capire cosa significa il termine Natura è al centro del “Colloquio Internazionale dell’Istituto del Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee (Illesi)” del Consiglio Nazionale delle Ricerche, che si svolgerà nei giorni 4-6 gennaio 2007 a Villa Mirafiori, presso la Facoltà di Filosofia dell’Università di Roma “La Sapienza”. Il termine, ritenuto centrale nella cultura occidentale, verrà indagato da studiosi di varia estrazione che ne ripercorreranno le fasi interpretative dal mondo antico, al Medioevo, fino al Rinascimento e all’età moderna. All’appuntamento partecipano storici della filosofia, della scienza e delle lingue classiche e moderne: a turno verrano chiamati a spiegare l’evoluzione del della Natura nell’articolarsi storico dal mondo antico e attraverso il Medioevo attraverso le interpretazioni di autori come Agostino, Scoto Eriugena, Tommaso d’Aquino, il confronto tra platonismo e aristotelismo, per giungere alle ‘filosofie’ del Rinascimento (da Leonardo a Ficino e Bruno) nonché alla scienza e ai sistemi filosofici del Seicento (da Bacon, Galileo, Descartes fino a Spinoza e Leibniz).
“Nell’età moderna, con la rivendicazione di una piena autonomia del mondo naturale e delle sue leggi fisiche e con l’affermarsi di una concezione meccanicistica – ha spiegato il prof. Tullio Gregory, direttore dell’Iliesi-Cnr – si cercherà di individuare un diverso concetto di unità della natura rispetto all’idea di natura maga della tradizione del Rinascimento. Autori come Vico e Kant, in modi diversi, si proporranno di riconsiderare il rapporto tra gnoseologia e scienza della natura, mentre il Romanticismo tedesco riprenderà temi della cultura rinascimentale collegandovi, in una visione eclettica, le acquisizioni della scienza contemporanea”.
Il programma completo è consultabile all’indirizzo: http://www.iliesi.cnr.it/iniziative/ProgrammaXII-locandina.htm.