Home Politica scolastica Lucia Azzolina non ha più il sostegno del PD. Fedeli: “Ministra irresponsabile”

Lucia Azzolina non ha più il sostegno del PD. Fedeli: “Ministra irresponsabile”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

E’ ufficiale, fra il PD e la ministra Lucia Azzolina ormai è guerra: alla intervista pubblicata oggi su Repubblica ha risposto nelle ultime ore Valeria Fedeli, già Ministra a Viale Trastevere fra il 2016 e il 2018 e senatrice di punta del Partito democratico.

Fedeli sceglie le pagine del Fatto Quotidiano per una intervista rilasciata ad Alex Corlazzoli in cui non risparmia niente alla Azzolina bollata subito come irresponsabile e divisiva.

“In questo momento – dice Fedeli riferendosi alla Ministra – il suo compito è creare le condizioni perché tutti i soggetti siano coinvolti per riaprire le scuole. Questa intervista è immorale, eticamente oltre che politicamente sbagliata”.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Lucia Azzolina – sostiene Fedeli – ha preso in mano tardi le questioni più importanti. Ha lavorato per inimicarsi tutti. Bisognava avere in testa cosa vuol dire aprire le scuole in condizioni di sicurezza. Purtroppo la ministra ascolta solo poche persone”.

E, alla battuta del giornalista che l’ha intervistata (“Va detto, tuttavia, che è stata lasciata sola, la viceministra Anna Ascani studia da ministra”), lei risponde secca: Non è vero. Anna Ascani ha sempre cercato di parlare con lei ma non l’ha mai ascoltata. Ha fatto tutto da sola. Azzolina non parla con nessuno”.

Ma la dichiarazione più pesante è un’altra: “Sulla scuola c’è il rischio di una crisi di governo”, frase che, pronunciata da un “pezzo da 90” del PD potrebbe voler dire che dopo il voto del 20 settembre Azzolina dovrà lasciare il Ministero che, a quel punto, potrebbe andare ad Ascani, coadiuvata magari da un sottosegretario pentastellato di area fichiana gradito ai sindacati (i bene informati fanno già il nome di Silvia Chimienti).

Preparazione concorso ordinario inglese