Home Generale Maggio dei libri 2021, i dati e le abitudini sulla lettura

Maggio dei libri 2021, i dati e le abitudini sulla lettura

CONDIVIDI

Mentre si conclude l’undicesima edizione de Il Maggio dei Libri, la campagna ideata dal 2011 dal Centro per il libro e la lettura del Ministero della Cultura che raccoglie e promuove tramite sito, social e banca dati le iniziative dedicate al libro di migliaia di appassionati utenti, in Italia e nel mondo, che si stanno svolgendo dal 23 aprile fino al 31 maggio, anche l’Istat interviene, portando il suo contributo per osservare il mondo dei libri e della lettura in Italia.

I dati

Nel 2019, ci dice l’Istat, sono stati pubblicati in media 237 libri al giorno, quasi 1,3 libri ogni mille abitanti; di questi, due terzi sono novità (58,4%) e nuove edizioni (8,5%). Ma chi legge? Nel 2020, il 41,4% della popolazione di 6 anni e più ha dichiarato di leggere almeno un libro all’anno, con un lieve aumento rispetto al 40% del 2019, che ha riguardato principalmente le donne di 25-34 anni (+4,7 punti percentuali). Dato che conferma il trend degli ultimi venti anni, durante i quali infatti il numero delle lettrici è sempre stato di almeno una decina di punti in percentuale superiore a quello dei lettori. Si legge di più nel Nord Est e meno nelle isole.

Icotea

A leggere almeno un libro all’anno è oltre il 70% di chi ha una laurea, dato in calo negli ultimi anni. La fascia di età che legge maggiormente, in aumento negli ultimi cinque anni, è quella dei giovani tra 18 e 24 anni, con punte alte tra le ragazze, che per esempio che nel 2019 nella fascia 15 – 17 raggiunge la percentuale del 66,9%, contro quella dei ragazzi che si attestano al 42%. In generale, il 77,2% dei lettori legge solo libri cartacei, il 7,9% solo e-book o libri on line. Tuttavia, se legge da uno a tre libri il 44% della popolazione italiana e più di tre il 15% circa, negli ultimi anni tra i “lettori forti” si è verificata una diminuzione in particolare nella fascia 50-64 anni.

Biblioteche

L’Istat ha osservato e quantificato anche le abitudini dei lettori che sono iscritti ai servizi di prestito sul totale della popolazione dei comuni con almeno una biblioteca, che nel 2019, a livello nazionale, è del 15,2%. Ma le differenze territoriali sono molto significative perché si va dal 35,7% nella Provincia autonoma di Trento al 4,6% in Campania. Per quanto riguarda l’abitudine di recarsi in biblioteca, in base al rapporto fra il numero di visite che le biblioteche registrano e la popolazione di riferimento, costituita dai potenziali fruitori, l’indice a livello nazionale è di una visita per cittadino (0,98), superano i due ingressi soltanto Valle d’Aosta (2,39), Emilia-Romagna (2,24) e Provincia di Trento (2,09). Nel 2020 il 68,1% delle biblioteche ha incrementato i servizi online rivolti all’utenza. Il 31,9% ha sospeso completamente ogni attività.

Ultimi eventi di Maggio dei Libri

Il FAI, fino a fine mese, porterà la lettura in 5 luoghi FAI, con oltre 70 appuntamenti tra sabato 29 e domenica 30 maggio, mettendo al centro delle iniziative i legami tra lettura, ambiente e cultura. Si tratterà di una vera e propria festa del libro, articolata in laboratori, trekking letterari, presentazioni e incontri con gli autori, che porterà i libri al di fuori dei contesti tradizionali. Dai Giganti della Sila, in Calabria, al Colle dell’Infinito di Recanati, nelle Marche, tra il Castello e il Parco di Masino, all’Abbazia di Santa Maria di Cerrate di Lecce e nel giardino della Kolymbethra di Agrigento.

Segnaliamo ancora la rubrica “Torniamo #inLibreria” e “Il Maggio dei Libri International”, dedicata agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo, attivi protagonisti di questa undicesima edizione.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook