Home Mobilità Mobilità 2016: arrivano le notifiche e partono i reclami

Mobilità 2016: arrivano le notifiche e partono i reclami

CONDIVIDI
  • Credion

La mobilità 2016/2017 sta procedendo senza grosse difficoltà, anche se si segnalano alcuni inconvenienti.

Ad esempio, il sistema delle istanze on line non consente all’aspirante di avere il calcolo automatico del punteggio; quando si clicca il tasto calcola punteggio, appare infatti una scritta che dice: “La funzione sarà disponibile a breve”. Inoltre, gli esiti della mobilità per la scuola dell’Infanzia previsti per il 13 maggio 2016, hanno subito uno slittamento al 16 maggio.

Icotea

Tuttavia, la macchina organizzativa della mobilità è in pieno funzionamento e moltissimi docenti si stanno apprestando a fare la propria istanza di trasferimento e/o passaggio. In questo momento e fino al 2 giugno sono attive le fasi B, C e D della mobilità interprovinciale, la cui chiusura di tutte le funzioni relative è stata prorogata sino al giorno 2 giugno p.v. anziché il 30 maggio.

Nel frattempo, dopo le notifiche del riconoscimento del punteggio, inviate ai docenti che hanno chiesto mobilità per la primaria in fase A e depositate nell’archivio delle istanze online e sulla posta elettronica istituzionale, adesso è il turno delle notifiche dei docenti che hanno chiesto la mobilità per la scuola secondaria di primo grado, sempre nella fase A. Infatti, tali notifiche saranno inviate entro il 25 maggio 2016.

Subito dopo si parte con le notifiche per chi ha chiesto la mobilità in fase A per la scuola secondaria di secondo grado. Queste ultime notifiche per il riconoscimento del punteggio della mobilità in Fase A dei docenti che hanno chiesto mobilità verso la secondaria di II grado, avverranno entro il giorno 8 giugno 2016.

Si tratta, è bene specificarlo, delle notifiche della “convalida del punteggio” dichiarato per chi ha prodotto istanza di trasferimento e/o passaggio nella FASE A della mobilità 2016/2017.

 

{loadposition bonus}

 

 

È utile sapere che, ai sensi dell’art. 10 comma 2 dell’OM 241/2016, l’Ufficio territorialmente competente, a mano a mano che riceve le domande, procede alla valutazione delle stesse ed all’assegnazione dei punti sulla base delle apposite tabelle allegate al contratto sulla mobilità, nonché al riconoscimento di eventuali diritti di precedenza, comunicando all’interessato presso la scuola di servizio dell’insegnante, per l’immediata notifica, il punteggio assegnato e gli eventuali diritti riconosciuti.

‘insegnante ha facoltà di far pervenire all’Ufficio territorialmente competente, entro 10 giorni dalla ricezione, motivato reclamo, secondo le indicazioni contenute nell’art. 17 del C.C.N.I. sulla mobilità. L’ufficio competente, esaminati i reclami, apporta le eventuali rettifiche. Ci risulta che, poiché la notifica viene inviata nella sezione archivio delle istanze on line e sulla posta elettronica di istruzione.it, alcune scuole non notificano all’interessato la convalida dei punteggi. Quindi invitiamo a controllare giornalmente l’archivio delle istanze on line per verificare se è arrivata la notifica tanto attesa.

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola