Home Archivio storico 1998-2013 Estero Morto Eric Hobsbawm, il teorizzatore del “Secolo breve”

Morto Eric Hobsbawm, il teorizzatore del “Secolo breve”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La storia lo ricorderà come il teorizzatore del “Secolo breve”. Eric Hobsbawm è morto all’età di 95 anni nel Royal Free Hospital di Londra, dopo una lunga malattia. Il celebre storico è deceduto a causa di una polmonite. La notizia è stata data dalla famiglia. Nato ad Alessandria, in Egitto, nel 1917 da una famiglia ebrea di origini austriache, Hobsbawm arrivò a Londra giovanissimo, nel 1933. L’esperienza di studente negli anni ’30 in Germania rafforzò le sue posizioni di sinistra; nel 1936 lo storico entrò nel Partito comunista britannico e ne rimase membro per diversi decenni, nonostante la disillusione per la situazione in Unione sovietica. Hobsbawm è stato tra i principali ispiratori del New Labour, anche se poi ha criticato il governo di Tony Blair.
Il suo libro più celebre è sicuramente “Il secolo breve” (1995), ampia sintesi della storia del Novecento, che si apre con lo scoppio della prima guerra mondiale e si conclude alla fine degli anni Ottanta con la fine dei regimi comunisti nei Paesi dell’Est. Lo storico suddivideva il secolo in tre periodi: “l’età della catastrofe” (1914-1945), “l’età dell’oro” (1945-1970), “l’età della frana” (dal 1970 fino al crollo dell’Urss nel 1991).
Hobswawm è stato anche un grande storico dell’Ottocento, il “lunghissimo secolo” che faceva iniziare nel 1789 e terminare nel 1914. La trilogia comprende: Le rivoluzioni borghesi (1789-1848) del 1963; Il trionfo della borghesia (1848-1875) del 1976; L’età degli imperi (1875-1914) del 1987.
L’interesse di Hobsbawm si è soprattutto rivolto alla storia del movimento operaio (Studi di storia del movimento operaio, 1972), alle diverse manifestazioni storiche della rivolta sociale (I ribelli, 1966; I banditi, 1971, I rivoluzionari, 1975) e alla genesi delle ideologie nazionalistiche (L’invenzione della tradizione, 1987, Nazioni e nazionalismo, 1991). Hobsbawm ha dedicato gran parte del suo lavoro allo studio della classe operaia inglese e del proletariato internazionale. Il suo ultimo libro, ‘Come cambiare il mondo’, fu pubblicato nel 2011. Nel 1998 Hobsbawm era stato insignito del titolo di Companion of Honour che premia i meriti eccezionali e che raramente è stato concesso a un marxista.  (Tg1)

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese