Home Attualità Museo delle Scienze di Trento: grande affluenza a due anni dall’inaugurazione

Museo delle Scienze di Trento: grande affluenza a due anni dall’inaugurazione

CONDIVIDI
  • Credion

Il MUSE, Museo delle Scienze di Trento, ha superato un milione di visitatori dopo quasi due anni dall’inaugurazione avvenuta nel luglio 2013.

Progettata dall’architetto Renzo Piano, l’innovativa struttura esercita una grande capacità attrattiva, per il museo in sé e per le proposte culturali e didattiche. Più di 450.000 sono stati infatti gli studenti e i docenti.

Icotea

Si tratta di “un organismo in evoluzione costante, una fabbrica di cultura, un laboratorio di sperimentazione”. Il ricco programma di mostre, attività, eventi per il pubblico, programmi educativi e di comunicazione della scienza attrae visitatori non solo nei weekend, ma anche durante la settimana grazie al flusso di scolaresche in visita di istruzione.

Il percorso espositivo si articola in cinque piani, attraverso la metafora della montagna, per raccontare la vita sulla Terra. Dall’alta quota dei paesaggi alpini, al labirinto della biodiversità, alla storia delle Dolomiti, patrimonio dell’Unesco dal 2009, il percorso ricco di multimedialità racconta l’evoluzione degli ambienti geologici del passato e l’evoluzione culturale, economica e sociale dell’uomo. E poi indietro nella storia della vita fino a 5 miliardi di anni fa.

La sezione didattica del MuSe offre ricchissime proposte per le scuole, consultabili  sul sito. Il MuSe, ipertecnologico e interattivo, è adattissimo alle nuove generazioni dei nativi digitali, che si divertono ad osservare, toccare, sperimentare, e possono così stimolare la curiosità e, se guidati, approfondire le conoscenze.