Home Archivio storico 1998-2013 Generico [email protected]: una settimana di immagini e progetti

[email protected]: una settimana di immagini e progetti

CONDIVIDI
  • Credion

Per diffondere l’uso dei nuovi "media" nel settore dell’istruzione e della cultura, anche quest’anno la Commissione Europea ha promosso [email protected], a cui possono partecipare scuole, università, associazioni giovanili, centri di formazione, musei, cinema, teatri, biblioteche ed altre istituzioni culturali o educative, nonché autorità locali.
A questa edizione di [email protected], la cui fase dimostrativa (dal 18 al 24 novembre) coincide con la Settimana del Cinema Europeo, si affianca [email protected] Europe, che prevede la programmazione in numerose città del "vecchio continente" di film del patrimonio cinematografico europeo nonché spettacoli organizzati, dai cinema e dalle cineteche, per le scuole e i giovani.

[email protected] 2002, il cui tema è l’immagine come importante strumento di comunicazione, è articolato in tre principali percorsi: Guarda ("Watch it"), per osservare con maggiore attenzione le immagini, ad esempio, di un documentario, un film, una mostra; Leggi ("Read it"), per cercare di cogliere la linea di demarcazione tra informazione e pubblicità, tra finzione e realtà, tra "virtuale" e "reale"; Crea ("Make it"), per partecipare come fotografi, pittori, produttori cinematografici o televisivi o come webmaster ai concorsi "[email protected] – Immagine" oppure per promuovere un altro concorso (per "la migliore immagine", "il miglior cortometraggio", "la migliore fotografia" su tematiche specifiche).
Tra le tante possibilità anche quella di realizzare siti web su argomenti attinenti all’educazione all’immagine o fornire analisi critiche di immagini e di film. Alcune di queste iniziative possono essere segnalate sul sito web di [email protected] Europa, potendo così comunicare e confrontarsi con altri partecipanti.

Ai corrispondenti nazionali di [email protected], che ricevono dalla Commissione europea specifici fondi per l’organizzazione di campagne di comunicazione che possano incoraggiare la realizzazione di un numero rilevante di progetti, spetta il compito di promuovere iniziative locali, regionali e nazionali e di stabilire contatti con altri Paesi. I corrispondenti nazionali, sollecitati ad organizzare workshop per fornire consulenza nella realizzazione, ad esempio, di cortometraggi, video e siti web, valuteranno inoltre la possibilità di fornire vari materiali promozionali (opuscoli, poster, adesivi, ecc.) per i singoli progetti.
Per l’Italia è l’Indire (Istituto nazionale di documentazione per l’innovazione e la ricerca educativa) ad organizzare l’appuntamento nazionale di [email protected], che si terrà a Firenze dal 20 al 22 novembre. I progetti da presentare per far conoscere la qualità dei contenuti formativi nei settori dell’apprendimento, dell’insegnamento e della scoperta possono essere sviluppati anche attraverso forme di partenariato fra istituzioni educative ed altre organizzazioni del settore pubblico e privato. Per maggiori informazioni rivolgersi all’Indire (tel. 055/2380519; e-mail:
[email protected], cliccabile da "Ulteriori approfondimenti").
Per premiare l’impegno di chi presenta progetti sono previste due competizioni, una a livello europeo (www.netdayseurope.org/it/competion/) l’altra in ambito nazionale (www.bdp.it/netdays2002/, dove è possibile prendere visione dei vari aspetti progettuali collegati all’iniziativa), per assegnare ai progetti presentati "in rete" e ritenuti maggiormente meritevoli alcuni strumenti per la didattica che si avvale delle nuove tecnologie.

Una volta giudicati conformi ai principi generali della manifestazione, i vari progetti, che possono essere sviluppati in qualsiasi periodo dell’anno a condizione che prevedano un’attività speciale per la "Settimana [email protected]",  verranno registrati presso la Commissione europea come "Progetti ufficiali [email protected] 2002" (lo scorso anno, sono stati complessivamente 271 su oltre 300 progetti presentati).

Al fine di far conoscere ai giovani il patrimonio cinematografico europeo, è stata avviata anche l’iniziativa [email protected] Europe 2002, all’interno della quale si colloca "Mosaico", programma satellitare di Rai Educational che fornisce alle scuole materiali didattici audiovisivi e multimediali per integrare le lezioni in aula ed affiancare i libri di testo. Un catalogo riportato sul sito internet
www.mosaico.rai.it (cliccabile da "Ulteriori approfondimenti") mette a disposizione di insegnanti e studenti oltre seimila titoli di unità audiovisive, selezionate da programmi di grande interesse storico, scientifico e documentaristico. Una volta segnalata la preferenza (attraverso lo stesso sito internet), i materiali richiesti vengono mandati in onda da Rai Educational nei giorni successivi, sui canali satellitari Rai Edu Cultura e Rai Edu Lab.
Nel periodo relativo a [email protected], Rai Educational proporrà sul canale satellitare Edu Cultura alcune trasmissioni (tra le 10.30 e le 14.30) dedicate ai seguenti temi: "La storia del cinema attraverso l’analisi di alcuni film di grandi registi" (15 novembre), "Il cinema come si fa" (18 novembre), "Documentari sull’Italia degli anni Cinquanta realizzati da grandi registi, quali Ugo Zatterin, Vittorio de Seta, Luigi Comencini" (19 novembre), "La storia dei media: radio, televisione, televisione per ragazzi, animazione, edutainment" (20 novembre), "La storia dei media: informatica teorica, ipertesti ed editoria elettronica" (21 novembre), "Il cinema come si fa: cinema digitale" (22 novembre).