Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Non scherzate col Fuoco”

“Non scherzate col Fuoco”

CONDIVIDI
  • Credion
Hanno risposto in almeno 50.000 all’appuntamento nei boschi di tutta Italia del 4 luglio per attuare opere di prevenzione e di salvaguardia a favore delle foreste, minacciate ogni anno dagli incendi: volontari della protezione civile, gruppi scout, alunni, cittadini insieme a agricoltori e cacciatori si sono ritrovati per partecipare agli oltre 500 appuntamenti di “Non scherzate col Fuoco”, la campagna nazionale di Legambiente e Dipartimento della Protezione Civile per contrastare gli incendi. L`iniziativa, che intende stimolare la gente ad avere maggior rispetto e cura per l’ambiente, si avvale del patrocinio del Corpo Forestale dello Stato e della collaborazione degli Scout dell`Agesci e del Cngei insieme all`Arcicaccia, Centro Sportivo e Attività per l`Ambiente, Coldiretti, Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco in Congedo, Regioni Marche e Sicilia.
Secondo il Corpo Forestale nel 2008 in Italia sono stati registrati quasi 6.800 incendi boschivi, in diminuzione rispetto all`anno precedente, ma di più rispetto al 2006, con oltre 66mila ettari di territorio in cenere, di cui 30mila di boschi e foreste. Nelle Regioni più colpite sono state organizzate le maggiori iniziative di richiamo, dalla Sicilia al Lazio, dalla Campania alla Puglia, sino alla Calabria.
Tra le iniziative più interessanti, allargate al primo weekend del mese di luglio, gli organizzatori hanno segnalato l`appuntamento a Roma nella Riserva naturale di Valle Aniene, dove i volontari hanno coinvolto i cittadini della zona e del Comitato Parco della Cervelletta in opere di pulizie del sottobosco e degli stradelli per rimuovere i rifiuti che possono alimentare i fuochi. Nel parco sono state svolte anche attività di esercitazione di spegnimento roghi con i mezzi speciali della Regione Lazio e dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco. A Ravenna il circolo Matelda di Legambiente ha allestito stand informativi sul rischio incendi boschivi e sui comportamenti corretti. In Puglia a Nardò è stata effettuata la pulizia del Parco Regionale Porto Selvaggio e della Palude del Capitano ed inaugurati quattro punti informativi e di primo avvistamento incendi. Con l`occasione è stato presentato il Piano Antincendio del Comune di Nardò e il progetto di monitoraggio incendi che prevede l’istallazione di telecamere nell’area parco.
A Bronte, in provincia di Catania, bambini in piazza per apprendere i segreti di cura del cavallo. Poi tutti in sella per un’escursione nel Parco di Nebrodi e attività di prevenzione incendi. A Camerino, in località San Vito-Acrofiato, si è svolta una visita guidata nell`oasi faunistica con attività di sensibilizzazione antincendio per i ragazzi delle scuole medie e primarie.