Home Attualità Nuovo decreto, Bianchi: “Nessuna discriminazione sui non vaccinati, è un percorso di...

Nuovo decreto, Bianchi: “Nessuna discriminazione sui non vaccinati, è un percorso di apertura”

CONDIVIDI

Intervenuto a RaiNews24, il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi ha parlato delle novità introdotte dal Consiglio dei Ministri di ieri:

“Abbiamo dato un’indicazione con 5 casi in 5 giorni. Non c’è nessuna norma discriminatoria. I bambini vaccinati possono seguire in classe e gli altri a distanza. Alle superiori dopo i 2 casi, ma lì abbiamo l’85% di vaccinati”.

Icotea

“Ieri la discussione in CdM è stata serena e responsabile. I colleghi della Lega hanno manifestato una posizione che non era la maggioranza. E’ un’indicazione di marcia che dev’essere coerente nel suo insieme. Un percorso di apertura, di normalità, un modo per spingere le vaccinazioni ai bambini. La responsabilità è garantire la tutela che solo il vaccino può dare”.

Riaprire le scuole dopo le vacanze natalizie? “Abbiamo dei dati, il grosso del contagio è avvenuto quando la scuola è stata chiusa – spiega il ministro Bianchi – la curva si sta appiattendo, abbiamo aperto con responsabilità, con attenzione, utilizzando tutti gli strumenti. Non demonizziamo la Dad, ci ha permesso di mantenere il contatto, dev’essere più inclusiva, ma la scuola è in presenza”.

Alternanza scuola-lavoro

“Esprimo la mia vicinanza alla famiglia di Lorenzo Parelli (il giovane studente morto in una fabbrica). Nel 2018 l’alternanza scuola-lavoro è stata ricodificata in Pcto, all’interno della nostra scuola c’è orientamento, in Italia abbiamo anche gli IFP, lì è una situazione diversa. Insieme col ministro Orlando dobbiamo ragionare. Devono valere le regole di sicurezza del lavoro”.

Chiusura sulle discussioni tra le forze politiche: “Il governo vede tante situazioni politiche differenziate, non c’è debolezza ma rafforzamento”.