Home Personale Personale Ata, bistrattato ma senza di loro la scuola non potrebbe funzionare

Personale Ata, bistrattato ma senza di loro la scuola non potrebbe funzionare

CONDIVIDI

Nelle comunità educanti di tutta Italia, il personale Ata svolge un ruolo importante e fondamentale, un ruolo che merita il riconoscimento professionale di chi si impegna regolarmente nelle segreterie e nel vigilare corridoi, palestre, laboratori e tutte le pertinenze degli edifici scolastici. Eppure la politica non valorizza per nulla la funzione del personale Ata, caricando di ogni incombenza burocratia i Dsga e gli amministrativi, arrivando a imporre, senza nessuna norma contrattuale, l’utilizzo dell’applicativo passweb per le cessazioni del servizio di docenti e personale scolastico.

FLC CGIL rivendica dignità per gli Ata

Dopo le falsità e gli insulti, cosi vengono definiti i riferimenti sugli ATA scritti nella relazione tecnica alla legge di bilancio per giustificare l’aumento del fondo FUN per i dirigenti scolastici, la FLC CGIL rivendica pari dignità per gli Ata come per tutti gli altri lavoratori della scuola, docenti e dirigenti scolastici.

Icotea

Il personale ATA, come il personale docente e dirigente, viene specificato dalla Segreteria della FLC CGIL, ha mostrato serietà, impegno, dedizione, attaccamento al lavoro e alla professione, in questi durissimi due anni di pandemia.

Molestie burocratiche agli ATA

Tra le rivendicazioni che più volte ha fatto la FLC CGIL sugli ATA c’è quella di eliminare le molestie burocratiche dalle scuole. Esiste, secondo il sindacato guidato da Francesco Sinopoli, un erroneo pensiero teorico che ha concepito le autonomie scolastiche come luogo dove riversare tutte le incombenze che una volta venivano svolte fuori dalle scuole (trattamenti pensionistici e di fine rapporto, graduatorie di supplenti, trasferimenti finanziari solo a gara ecc.).

Uso del passweb a scuola

Con la nota 1782 del 18 novembre 2021, il Ministero dell’istruzione chiede alle scuole di implementare l’utilizzo dell’applicazione nuova Passweb dell’Inps per le cessazioni dal servizio per il personale scolastico. Nella nota è scritto: “Si rende necessario assicurare, da parte di codesti uffici scolastici regionali, la progressiva implementazione dell’utilizzo dell’applicazione nuova Passweb dell’INPS, al fine di realizzare, nei prossimi anni scolastici, il passaggio completo alla predetta modalità di gestione delle cessazioni per il personale scolastico”.

Un carico di lavoro imposto senza che nessuna norma contrattuale l’abbia mai regolarizzata.

Vista e sottolineata l’irriconoscenza politica verso il lavoro svolto dal personale ATA, la FLC CGIL invita le scuole ad astenersi dall’uso dell’applicativo passweb, in modo da attendere un atto di conciliazione verso quello che sembra essere un abuso fatto verso i lavoratori.