Home Archivio storico 1998-2013 Generico Quelle donne bistrattate da tv e pubblicità: al via il premio “Immagini...

Quelle donne bistrattate da tv e pubblicità: al via il premio “Immagini Amiche”

CONDIVIDI
  • Credion
È stato presentato il 18 novembre a Roma, nella Sala delle Bandiere dell`Ufficio d`Informazione del Parlamento Europeo, il premio “Immagini Amiche”: l`iniziativa promossa dal Parlamento Europeo e dall`Udi, è volta a contrastare la tendenza di televisione e pubblicità ad abusare dell`immagine delle donne, e a valorizzare una comunicazione che, al di là degli stereotipi, veicoli messaggi creativi positivi.
Il premio, che si svolge sotto l`Alto patronato del presidente della Repubblica e si avvale del partenariato della Commissione europea e del ministero per le Pari Opportunità, è ispirato alla risoluzione del Parlamento Europeo, votata il 3 Settembre 2008 sull’impatto del marketing e della pubblicità sulla parità fra donne e uomini, e ha l`obiettivo di stimolare pubblicitari e aziende committenti a una creatività socialmente responsabile. A presentare l`iniziativa, Daniela Brancati, presidente del premio, Clara Albani direttore dell’ufficio d’informazione in Italia del Parlamento europeo e Pina Nuzzo delegata nazionale Udi.
Al premio è interessato anche il mondo della formazione superiore: una delle sezioni riguarderà, infatti, i lavori dei giovani fra i 18 e i 20 anni che frequentano l’ultimo anno di scuola di design, arte, pubblicità. Una menzione sarà anche riservata alla città che avrà tenuto comportamenti virtuosi sulle immagini amiche, su segnalazione da parte di associazioni femminili.
La partecipazione al concorso è libera e gratuita per chiunque: basta andare sul sito www.premioimmaginiamiche.it

 entro il 31 gennaio e segnalare, compilando l`apposito modulo, l`immagine che si vorrebbe veder premiata. L’iscrizione è divisa in cinque sezioni: pubblicità televisiva, pubblicità stampata, affissioni, programmi televisivi e da quest`anno anche siti web. In base alle segnalazioni pervenute la Giuria opererà una prima selezione che darà vita a una rosa di dieci titoli per ogni sezione. Su questa short list deciderà la Giuria, ma anche il popolo del web potrà esprimere il suo giudizio attraverso una votazione online che darà luogo a una menzione speciale.