Home Attualità Rientro a scuola in dirittura d’arrivo, ma con molti problemi da risolvere...

Rientro a scuola in dirittura d’arrivo, ma con molti problemi da risolvere [VIDEO]

CONDIVIDI
webaccademia 2020

A due settimane dal rientro a scuola il problema dei trasporti è ancora irrisolto e cosi diverse Regioni stanno pensando di rinviare l’avvio al 23 o al 24 settembre. In tal modo il Ministero avrà un po’ di tempo in più per affrontare alcuni problemi legati all’avvio come per esempio le immissioni in ruolo e il varo delle nuove graduatorie provinciali.

Intanto al Ministero si sta prendendo atto che le 85mila immissioni in ruolo annunciate e autorizzate dal MEF saranno molte di meno, forse 30-35mila, e questo perché in molte province del nord le graduatorie ad esaurimento sono ormai vuote o quasi

C’è poi il problema degli esami sierologici: il Comitato tecnico li ha previsti come facoltativi ma diversi esperti dicono che dovrebbero essere obbligatori.
Ci sono messaggi contrastanti anche sulle mascherine. La regola, al momento, è che se ne potrà fare a meno solo se sarà garantito il distanziamento.
I banchi ordinati dal Commissario Arcuri sono normalissimi banchi di vecchia concezione ma qualche scuola ha comprato quelli innovati con fondi propri.

ICOTEA_19_dentro articolo

Infine c’è il gravissimo problema dei supplenti: si teme che quest’anno potrebbe essere 200mia forse 250mila, come i sindacati sostengono da tempo.
C’è una piccola, buona notizia: si potranno nominare i supplenti a partire dal primo giorno di assenza del titolare, ammesso però che le nuove GPS siano pronte.

Preparazione concorso ordinario inglese