Home Attualità Rientro, mascherina gratis ad ogni docente e studente. Arcuri: pronte 11 milioni...

Rientro, mascherina gratis ad ogni docente e studente. Arcuri: pronte 11 milioni al giorno, no all’infanzia

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Domenico Arcuri non ha annunciato solo lo slittamento del termine della consegna dei banchi nuovi monoposto al 12 agosto: il commissario straordinario per l’emergenza, durante un’audizione alla Commissione Cultura della Camera tenuta il 29 luglio, è anche tornato sull’assegnazione gratuita delle mascherine a studenti, docenti e Ata.

Non ci sono costi per lo Stato

Per la riapertura delle scuole, “la quantità di mascherine necessarie, stimate da me in 11 milioni” al giorno: “preciso che le chirurgiche in Italia non vengono più acquistate, non hanno alcun costo, perché vengono prodotte da 51 più 8 macchine da noi messe in campo, che fanno decine di milioni di mascherine al giorno”.

“Non c’è alcun costo di acquisto delle mascherine per la riapertura dell’anno scolastico, siano 11, 21 o 31 milioni – ha aggiunto -. L’Italia non importa più nulla né acquista più nulla, grazie a una reazione straordinaria del sistema produttivo. Tutti acquistano mascherine a 50 centesimi. Non compreremo alcunché come Stato”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Niente mascherine all’infanzia

Arcuri ha anche sottolineato che “il Comitato tecnico scientifico (Cts) ci ha comunicato che a oggi le mascherine non sono necessarie nelle scuole dell’infanzia, se modificherà questa direttrice ne prenderemo atto. Aspettiamo se alla fine di agosto ciò verrà modificato. Nel caso, ci adegueremo nel tempo più breve possibile”.

Il commissario non esclude che al Cts possano cambiare “le direttive. Non sappiamo se riusciremo a contenere la pandemia nel prossimo futuro come abbiamo fatto finora, non sappiamo in quale condizione ci troveremo il 14 settembre”.

“Il Cts dovrà fare i conti con le condizioni che ci saranno in quel momento, quindi anche l’uso dei fastidiosi dispositivi di protezione individuale nelle scuole dipenderà dalla situazione della pandemia”.

Preparazione concorso ordinario inglese