Home Archivio storico 1998-2013 Generico Riqualificazione degli edifici scolastici: attuazione dei piani di intervento

Riqualificazione degli edifici scolastici: attuazione dei piani di intervento

CONDIVIDI
  • Credion
Per dare attuazione agli interventi previsti nell’ambito dell’Asse II “Qualità degli ambienti scolastici”, Pon “Ambienti per l’apprendimento” e Poin “Energie rinnovabili e risparmio energetico”, il Miur ha diffuso la Circolare prot. n. 7667 del 15 giugno 2010 e relative Linee guida, con le quali ha fornito tutte le indicazioni , con le quali ha fornito tutte le indicazioni del 15 giugno 2010 e relative , con le quali ha fornito tutte le indicazioni per la presentazione dei piani di intervento finalizzati alla riqualificazione degli edifici scolastici pubblici in relazione all’efficienza energetica, alla messa a norma degli impianti, all’abbattimento delle barriere architettoniche, alla dotazione di impianti sportivi e al miglioramento dell’attrattività degli spazi scolastici per il triennio 2010-2013.
Gli interventi, che si rivolgono alle scuole e agli Enti Locali proprietari delle strutture scolastiche nelle Regioni dell’obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), rappresentano un investimento aggiuntivo rispetto a quelli già previsti a livello nazionale riguardo la sicurezza degli edifici, l’efficienza energetica e l’edilizia scolastica in generale. 
Gli Istituti scolastici statali interessati, congiuntamente all’Ente Locale proprietario dei relativi edifici, potranno presentare la propria candidatura unicamente nell’ambito di uno dei due Programmi interessati, scegliendo in relazione ai fabbisogni rilevati dall’Istituto scolastico e dall’Ente Locale proponenti, nonché alle finalità di ciascun Programma.
L’inserimento dei dati per proporre la candidatura avviene attraverso la piattaforma che gestisce il sistema informativo “Gestione degli Interventi”, accessibile dalla seguente indirizzo:
http://oc4jese2.pubblica.istruzione.it/fse/login.do oppure http://archivio.pubblica.istruzione.it/fondistrutturali/default2007.shtml.
L’interfaccia della piattaforma informatica prevede la possibilità di selezionare il Programma a valere sul quale presentare la candidatura, che rimane valida per il triennio 2010-2013.
Sia per il Pon “Ambienti per l’apprendimento” sia per il Poin “Energie rinnovabili e risparmio energetico”, l’istituto scolastico dovrà provvedere a inoltrare telematicamente la proposta di candidatura entro il 31 ottobre 2010.
Il plico contenente la documentazione completa dovrà essere trasmessa all’Ufficio scolastico regionale di competenza entro il 15 novembre 2010. A tal fine, farà fede unicamente il timbro apposto dall’Ufficio di Protocollo dell’Ufficio scolastico regionale.
Non tutti i progetti presentati saranno ammessi a finanziamento, così come non saranno prese in considerazione candidature presentate contemporaneamente a valere sul Pon e sul Poin e in ogni caso saranno escluse le proposte provenienti da scuole nelle quali siano state riscontrate o siano in accertamento casi di irregolarità nella gestione dei progetti finanziati con i Fondi strutturali europei.