Home Attualità Scuola e startup: il miglior modo per realizzare i propri sogni è...

Scuola e startup: il miglior modo per realizzare i propri sogni è svegliarsi

CONDIVIDI

In questi giorni si parla tanto di cambiamento dell’orario settimanali degli insegnanti, di portare le scuole superiori a quattro anni, di abolire le graduatorie dei precari, insomma si parla tanto di riforme creative per fare ulteriori tagli lineari alla scuola senza interrogarsi su come la scuola possa aiutare il Paese ad uscire dalla situazione di stallo economico in cui si trova.  Il miglior modo per realizzare i propri sogni è svegliarsi “è il titolo di un ciclo di seminari svolto in una scuola di Roma, dove gli studenti hanno potuto apprendere i requisiti necessari per svolgere un’attività aziendale, le opportunità di accesso al credito e le tecniche per trasformare un’idea in progetto concreto. In generale la scuola tra i tanti obiettivi educativi che si prefigge,  dovrebbe avere anche quello  di fare sviluppare agli studenti le competenze e i comportamenti imprenditoriali adeguati ai loro obiettivi e alle loro aspirazioni. A tal proposito è bene evidenziare l’iniziativa InvFactor che il CNR-IRPPS rivolge ogni anno a “giovani inventori” con lo scopo di convogliare, stimolare e valorizzare le intuizioni e le energie creative dei ragazzi italiani acquisite durante la formazione scolastica. Si riportano di seguito 4 proposte ideate da giovani studenti delle nostre scuole: 

1.     No smartphone: se l’auto è in movimento e il guidatore usa lo smartphone si attivano dei dispositivi che, con messaggi luminosi, sonori, scritti su un display e riprodotti vocalmente, invitano il guidatore a fermarsi o ad interrompere la telefonata.

Icotea

2.     No alcol: se il guidatore si mette alla guida ubriaco, tre sensori rilevano la presenza di alcol nell’aria nelle vicinanze della testa, attivando dei dispositivi che impediscono l’avviamento dell’auto. In contemporanea viene inviato un messaggio gsm di aiuto, con allegate le coordinate GPS, ad un numero amico. Il destinatario del messaggio rileva la posizione dell’auto tramite le coordinate GPS e, arrivato sul posto, può disattivare il dispositivo che impedisce l’avviamento del mezzo mediante una password.

3.     No apertura improvvisa della portiera: in caso di apertura improvvisa della portiera, un sensore ad ultrasuoni, posizionato nello specchietto retrovisore sinistro, rileva l’arrivo di una bicicletta, moto, auto e attiva un segnale luminoso e acustico per avvertire l’autista del pericolo.

4.     Una carta d’Identità Chimica per il riconoscimento dei salumi DOP italiani e la promozione del Made in Italy Alimentare. Uno strumento per validare l’autenticità ed evitare contraffazioni e frodi alimentari.