Home La Tecnica consiglia Sostegno in Romania, il Tar: “Illegittimo il provvedimento di diniego”

Sostegno in Romania, il Tar: “Illegittimo il provvedimento di diniego”

CONDIVIDI

Il TAR lo scrive a chiare lettere: è illegittimo il provvedimento di diniego sul sostegno irrogato nei confronti di numerosi docenti assistiti dallo Studio B&Z di www.ricorsiscuola.it.

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, con plurime ordinanze del 13.01.2022 //www.ricorsiscuola.it/sostegno-romania-vittoria-al-tar-e-titoli-di-specializzazione-riconosciuti/accogliendo nel merito le motivazioni proposte dagli avvocati e confermando la validità del titolo rumeno per l’insegnamento sul sostegno nelle scuole pubbliche italiane.

Icotea

La decisione dei Giudici del TAR, che entra nel merito della vicenda, rappresenta un’importantissimo “precedente” e di cui ricorsiscuola.it può vantare il primo accoglimento a livello nazionale.

Tale decisione, che si appresta ad essere di riferimento per le prossime pronunce nel merito del riconoscimento dei titoli abilitanti conseguiti all’estero, ha di fatto aperto le porte al riconoscimento del TFA rumeno equiparati a quello italiano.

L’azione legate (scopri l’attività del pool legale al link) a margine della sentenza ha tenuto a precisare: “il nostro studio ha ottenuto, la prima vittoria in Italia, presso il Tar Lazio, un’importante vittoria che ha determinato la per la sospensione dei provvedimenti di diniego sul titolo di sostegno conseguito in Romania “, precisando che “Questa sentenza del Tar è immediatamente successiva ad un’altra importante ordinanza del Consiglio di Stato” (https://www.ricorsiscuola.it/vittoria-cds-sostegno-romania-valido-in-italia/) – Hanno spiegato gli avvocati di ricorsiscuola.it -. che aveva sbloccato i titoli sul sostegno conseguiti in ROMANIA sulla base delle nuove motivazioni. Adesso anche il Tar Lazio, sez IV bis ha accolto le nostre tesi Secondo il Tar, pertanto, la competenza a decidere sui titoli di sostegno spetta al Ministero dell’Istruzione e non al Ministero della Ricerca e il Ministero è obbligato a riconoscere i titoli europei. Pertanto è stato ordinato al Ministero dell’Istruzione il riconoscimento ed il riesame della pratica.

A margine della decisione della sezione IV bis del Tar del Lazio Roma appare evidente come in Italia è di fatto riconoscibile il titolo di abilitazione sul sostegno conseguito in Romania con lo studio di ricorsiscuola.it che è riuscito a dimostrare la congruità del titolo conseguito presso gli Atenei statali rumeni con i programmi riconosciuti dagli organi ministeriali di riferimento italiani. 

La vittoria nel primo grado di giudizio rappresenta un’ulteriore assoluta novità a livello nazionale, infatti, i giudici capitolini hanno accolto le motivazioni presentate dagli avvocati mentre per gli abilitati all’estero lo studio legale ha aperto una nuova finestra per l’adesione ai ricorsi. Per avere informazioni e dettagli in merito è possibile contattare i recapiti elencati nel seguente link.

PUBBLIREDAZIONALE