Home Archivio storico 1998-2013 Estero Studenti spagnoli, 1 su 4 subisce violenze dai compagni

Studenti spagnoli, 1 su 4 subisce violenze dai compagni

CONDIVIDI
  • Credion
Gli studenti spagnoli devono temere violenze e maltrattamenti dai compagni. A sostenerlo è un autorevole studio diffuso dal Ministero della Pubblica Istruzione spagnolo. Secondo lo studio quasi un quarto degli alunni delle scuole spagnole sarebbe costretto a subire maltrattamenti da parte dei compagni: si tratta di un fenomeno preoccupante, soprattutto perché il 60% dei “bulli” finisce per commettere un reato prima di compiere i 24 anni. Il Ministro della Pubblica Istruzione, Mercedes Cabrera, ha definito “scioccanti” i risultati dello studio, condotto per conto del dicastero dall’Istituto per la Riforma dell’Istruzione, da un ente privato.
Lo studio ha preso in esame 25mila studenti di età compresa fra i 7 e i 18 anni provenienti da tutte le Comunità Autonome (le regioni) spagnole: gli alunni più a rischio di vessazioni e violenze risultano quelli delle scuole elementari, dove la percentuale di chi afferma di essere stato insultato, deriso o semplicemente ignorato dai compagni raggiunge la considerevole cifra del 43% degli intervistati. Meno complessa la situazione, invece, alle medie-superiori: già al primo anno del liceo il dato precipita addirittura all’11%.