Home I lettori ci scrivono Tortorelle a distanza: la sfida per la scuola dell’infanzia

Tortorelle a distanza: la sfida per la scuola dell’infanzia

CONDIVIDI

La scuola è e rimane il luogo dell’incontro, della socialità, della relazione. Niente può sostituire la bellezza della scuola fisica. Tuttavia, questa crisi apre a nuove prospettive e, sicuramente, pone delle domande cui dobbiamo necessariamente rispondere.

L’emergenza Coronavirus COVID-19 è anche emergenza nelle scuole: edifici chiusi e attività interrotte, viaggi di istruzione sospesi, chiarimenti in merito ai certificati medici richiesti agli studenti per essere riammessi a scuola dopo 5 giorni di assenza. Anche la scuola si interroga, come altri settori, sul come far fronte alla necessità di ripartire, sul lavoro da svolgere, ma soprattutto sul come riappropriarsi della normalità.

La riflessione parte dal significato del termine didattica e dal suo stretto legame con la parola insegnamento e dalla convinzione che vi sia apprendimento solo nella relazione.

ICOTEA_19_dentro articolo

Ci si chiede quindi se possa esistere una didattica senza docente: senz’altro no! In questo momento ai docenti viene richiesto di attivarsi per predisporre attività (recupero, riallineamento, potenziamento…) con l’ausilio delle risorse digitali a disposizione, per non perdere il “senso della scuola” e non di favorire pratiche di apprendimento autonomo per gli studenti.

E come possiamo farlo se non ci siamo e quello che manca è la relazione umana.

Basta poco per trovare una via per la relazione!

La tecnologia ci viene incontro in molti modi

I nostri alunni non giudicheranno la mancata perfezione nell’uso dello strumento che ci permetterà un contatto, ma ricorderanno che ci siamo stati per loro, non per andare “avanti col programma” (termini inidonei e veicolo di pericoloso contagio!) ma per accompagnarli verso quel fascino che possiede il conoscere e che nessun virus potrà contaminare!

Cari bambini e genitori stiamo provando ad organizzarci in questa nuova sfida, che è la DaD, didattica (la didattica è quello che facciamo a scuola) a distanza. Ciascuno deve sentirli libero di seguire nelle modalità che ritiene più opportuno per  tempo, disponibilità e mezzi. Di volta in volta, individueremo per la settimana una serie di contenuti e attività distinti per età e assolutamente libere.

Le maestre Serena e Ausilia

Allora cominciamo

Settimana dal 9 al 13 marzo 

La storia di Pitschie

I bambini ascoltano la storia del piccolo gattino, attraverso diversi canali e veicoli e liberamente disegniamo le diverse fasi della storia (3-4-5 anni)

Arte con il MAMBO

Disegniamo la natura morta di Morandi…e…il fiore e il suo cambiamento (3-4-5 anni)

Contest disegniamo un arcobaleno #andràtuttobene

 

Settimana dal 16 al 20 marzo 2020

Festa del papà: filastrocca e scheda (files via wpweb) (3-4-5)

Al supermercato schede di primo approccio alla matematica (files via wpweb), per i bambini di 5 anni da realizzare in questa e nella prossima settimana

I 5 sensi: micro lezioni e approfondimento creativo degli stessi, per ciascun senso ciascuno potrà realizzare un disegno ispirato dalle immagini stimolo proposte

Arte con il MAMBO… l’artista e l’attività proposta saranno una sorpresa… venerdì 20.

#andràtuttobene

G.Ausilia Venturella