Home Alunni Tutti a scuola! Le cifre della popolazione studentesca e del personale docente

Tutti a scuola! Le cifre della popolazione studentesca e del personale docente

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Presentiamo, in anteprima, i primi dati degli USR che hanno reso disponibilli le cifre riguardo popolazione scolastica e numero dei docenti (più quelli del sostegno)

 

ICOTEA_19_dentro articolo

 

Arriva settembre e anche la fine delle vacanze estive. Si ritorna a scuola e la campanella è già suonata in diverse regioni italiane come Bolzano (il 7 settembre), il Molise (il 9 settembre) e Trento (il 10 settembre).

 

Lunedì 14 sarà la volta di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Friuli, Liguria, Lombardia, Sicilia, Piemonte, Marche, Umbria, Sardegna e Valle d’Aosta. Il 15 settembre toccherà agli alunni delle regioni Lazio, Toscana ed Emilia Romagna. Le lezioni inizieranno più tardi in Puglia e Veneto (16 settembre).

 

La Tecnica della Scuola ha contattato, nei giorni scorsi, i vari uffici scolastici regionali, abbastanza indaffarati per le assunzioni previste dalla ‘Buona Scuola di Renzi e Giannini. Alcuni uffici non hanno ancora comunicato i dati definitivi, ma lo faranno nel giro di pochi giorni.

 

Per i ragazzi della Valle d’Aosta (18.232, in leggera diminuzione rispetto al 2014) la campanella suonerà lunedì 14, mentre sarà più di 540.235 il dato per il Piemonte (in aumento di circa tre mila unità rispetto allo scorso anno). 20.250 sono gli studenti della scuola italiana per la provincia autonoma di Bolzano già in classe da lunedì 7 (con 1.776 docenti in organico). 86.530 sono invece gli alunni della provincia autonoma di Trento con 6.848 docenti in organico.

 

Dato leggermente in aumento in Friuli con 146.633 studenti rispetto ai 146.095 dello scorso anno. In dimunizione i posti per i docenti da 13.748 a 12.794 di quest’anno. Quasi cinquemila alunni in più affolleranno le classi dell’Emilia Romagna (539.281 nel 2014-2015 rispetto al 544.831 di quest’anno, mentre i docenti saranno 46.677.

 

Quasi ventiduemila in più, invece per la Liguria, gli studenti sui banchi di scuola, mentre i docenti saranno 2 mila in più rispetto allo scorso anno (18.994 invece di 16.257). In diminuzione, invece gli studenti in Abruzzo: lo scorso anno erano 179.308, quest’anno sono 178.914, mentre i docenti saranno 14.615 (più 2.332) per il sostegno. Altri dati in nostro possesso riguardano Marche e Umbria. Gli alunni marchigiani saranno 216.054, in calo rispetto allo scorso anno scolastico (quando erano 217.080), mentre gli studenti umbri saranno 119.763, in leggerissimo calo rispetto all’anno precedente (119.840). Purtroppo non sono ancora disponibili i dati dell’Italia meridionale dalla Campania fino alla Sicilia.

 

La tabella, in basso, riepiloga i primi dati affluiti dai vari uffici scolastici. Sarà aggiornata costantemente appena saranno disponibili le cifre.

 

DATI POPOLAZIONE SCOLASTICA E DOCENTI IN ORGANICO A.A.2015-2016

 

VALLE D’AOSTA, 18.232 studenti, non disponibile il dato sui docenti
PIEMONTE, 540.320 studenti, non disponibile il dato sui docenti
LOMBARDIA, non disponibile il dato su studenti e docenti
VENETO, non disponibile il dato su studenti e docenti
BOLZANO, 20.250 studenti, 1.776 docenti
TRENTO, 86.530 studenti, 6.848 docenti
FRIULI, 146.633 studenti, 12.794 docenti
EMILIA ROMAGNA, 544.831 studenti, 48.339 docenti
LIGURIA, 199.220 studenti, 16.502 docenti (più 2.442 per il sostegno)
TOSCANA, non disponibile il dato su studenti e docenti
LAZIO, non disponibile il dato su studenti e docenti
ABRUZZO, 178.194 studenti, 14.615 docenti (più 2.332 per il sostegno)
MARCHE, 216.524 studenti, 17.054 docenti
MOLISE, non disponibile il dato su studenti e docenti
UMBRIA, 119.763 studenti, 9.803 docenti (più 1.765 per il sostegno)
PUGLIA, non disponibile il dato su studenti e docenti
CAMPANIA non disponibile il dato su studenti e docenti
BASILICATA non disponibile il dato su studenti e docenti
CALABRIA non disponibile il dato su studenti e docenti
SICILIA non disponibile il dato su studenti e docenti
SARDEGNA non disponibile il dato su studenti e docenti

 

FONTE elaborazione Tecnica della Scuola su dati uffici scolastici regionali al 14 settembre

I primi a chiudere l’anno scolastico saranno i giovani di Marche e Molise, che andranno in vacanza il 4 giugno 2016, seguiti da quelli di Emilia Romagna (il 6), Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Puglia, Umbria e Veneto (l’8). Poi in Sicilia (il 9), Sardegna e Toscana (il 10), Valle d’Aosta e Friuli (l’11). Chiude Bolzano il 16.

 

Per quel che riguarda le vacanze invernali, tutte le scuole chiuderanno fra il 23 dicembre e il 6 gennaio, mentre quelle pasquali ci saranno tra il 24 e il 29 marzo 2016.

 

La Tecnica della Scuola invita i suoi lettori a inviare tramite i propri canali social (Facebook, Twitter e Google+), utilizzando l’hashtag #ilmioannoscolastico o via email, foto e/o video che riguardano il ritorno a scuola.

Preparazione concorso ordinario inglese