Home Valutazioni Valutazione, anche per i CPIA apre la piattaforma per il RAV

Valutazione, anche per i CPIA apre la piattaforma per il RAV

CONDIVIDI
  • Credion

Dopo le indicazioni operative in merito ai documenti strategici delle istituzioni scolastiche (PTOF e RAV), trasmesse dal MI con nota 21627 del 14 settembre 2021, ora il Ministero fornisce indicazioni anche ai CPIA per la compilazione del RAV.

NOTA 21960 del 16 settembre 2021

I Centri provinciali per l’istruzione degli adulti, infatti, si inseriranno a partire dall’anno scolastico 2022/2023, con la predisposizione del Rapporto di Autovalutazione (RAV), nel terzo ciclo del procedimento di valutazione delle istituzioni scolastiche relativo al triennio 2022-2025.

Icotea

Per favorire l’approfondimento del processo di autovalutazione e una familiarizzazione con gli strumenti (Mappa degli indicatori, Questionario scuola, Format RAV), a partire dal corrente anno scolastico è prevista l’apertura anche ai CPIA della piattaforma RAV sul Portale del Sistema Nazionale di Valutazione (SNV). In tal modo i CPIA potranno utilizzare l’a.s. 2021/22 anche per promuovere all’interno della comunità scolastica momenti di condivisione delle modalità operative dell’intero processo ed affrontare in maniera più consapevole la predisposizione del RAV, che sarà richiesta nei primi mesi dell’a.s. 2022/23, all’inizio del nuovo triennio del procedimento di valutazione.

Contestualmente, per i Dirigenti scolastici e per gli altri componenti dei Nuclei interni di valutazione (NIV) dei CPIA è stato previsto uno specifico percorso di accompagnamento e formazione online a cura dell’INVALSI, le cui modalità di iscrizione e svolgimento sono illustrate nel documento allegato alla nota. Le procedure di iscrizione online dovranno essere completate tassativamente dal 27 settembre 2021 al 4 ottobre 2021.

Tempistica

Trattandosi di un periodo di transizione verso la messa a regime del RAV a partire dall’a.s. 2022/2023, il MI precisa che i tempi per lo svolgimento della fase di autovalutazione sono invece a totale discrezione dei CPIA.