Home Archivio storico 1998-2013 Generico A scuola si vota on line

A scuola si vota on line

CONDIVIDI
  • Credion
Adesso è possibile eleggere i rappresentanti al Consiglio di Istituto direttamente da casa o dal lavoro, per la prima volta in Italia tramite un’innovativa piattaforma on line: succede ai genitori degli studenti del Barbarigo, la scuola paritaria della diocesi di Padova (Scuole Medie, Liceo Classico, Scientifico e Musicale, Istituto Tecnico Economico). Ampio l’orario in cui si può votare via web: dalle 9 di lunedì 21 ottobre alle 16 di martedì 22. Per chi invece preferisce la classica scheda il seggio è aperto presso l’Istituto il 22 ottobre, dalle ore 8 alle 16. Sabato ai genitori è stato inviato via mail tutto il necessario per procedere alla votazione in sicurezza: la lista dei candidati, dalla quale scegliere due nomi, il link per votare sul portale Uvote, le istruzioni e le credenziali personali per accedere.
“Il voto on line permette di coinvolgere anche i genitori che hanno problemi di orari, o che si trovano all’estero per il lavoro – dice don Cesare Contarini, rettore – La partecipazione delle famiglie nella vita dell’Istituto è da sempre un punto fermo del nostro approccio. La possibilità di votare via internet va inoltre nella direzione del nostro progetto educativo per quest’anno: quello di una scuola smart, con un ambiente sveglio, brillante, dinamico e innovativo. Un obiettivo a cui dedicheremo anche altre iniziative, pensate appositamente per rendere la nostra scuola sempre più pronta a rispondere alle esigenze dei ragazzi del Duemila”.
La tecnologia utilizzata è stata progettata per operazioni complesse come le elezioni dei rettori nelle università: adesso per la prima volta viene messa a disposizione di una scuola superiore – spiega l’amministratore delegato Vittorio Ravaioli – Le caratteristiche del sistema sono studiate per garantire, oltre al buon esito delle operazioni, l’assoluta segretezza e l’anonimato del voto”. Il Barbarigo è stata anche una delle prime scuole a dotarsi del registro elettronico; ultimamente però alcuni media hanno messo in discussione l’uso della tecnologia in ambito scolastico: “Le nostre procedure hanno lo stesso livello di sicurezza di quelle usate nelle banche – risponde Ravaioli – L’informatizzazione inoltre rimane irrinunciabile per l’efficienza del sistema: presto arriveremo a un fascicolo digitale per ogni studente, che abbraccerà tutto il suo percorso scolastico, dalle elementari all’università”.

L’elezione on line per il rinnovo dei consigli di istituto era già stata presentata in un precedente articolo