Home Precari Al via la procedura per le immissioni in ruolo. Le info

Al via la procedura per le immissioni in ruolo. Le info

CONDIVIDI

Parte il piano di assunzioni per il 2015/16 così come previsto dalla Legge 107 del 13 luglio 2015. L’obiettivo è coprire i posti vacanti e disponibili e creare il nuovo organico dell’autonomia. Ogni scuola avrà infatti un incremento delle risorse professionali a disposizione  per proporre così un’offerta formativa più ricca e flessibile ai propri studenti.

Ai sensi del bando del 17 luglio scorso, aprono oggi, 28 luglio,  fino alle ore 14 del 14 agosto le funzioni su Istanze on-line per le domande relative alle immissioni in ruolo dal 1° settembre 2015.

Icotea

Questa è l’unica modalità di presentazione dell’istanza, per cui non verranno accettate domande trasmesse via mail o comunque in modalità cartacea.

Invitiamo gli aspiranti interessati a verificare che i dati già inseriti su Istanze on-line siano corretti ed eventualmente a modificarli in caso di inesattezze o rettifiche da apportare (andare su “Variazione dati personali”). È importante, soprattutto, indicare una mail (non necessariamente pec) alla quale sarà inviata la proposta di assunzione.

La procedura di immissione in ruolo riguarderà la copertura di tutti i posti comuni e di sostegno dell’organico di diritto rimasti vacanti (36.627) e disponibili (10.849) all’esito delle operazioni di immissione in ruolo effettuate per il 2015/2016, nonché per la copertura dei posti di cui alla Tabella 1 allegata alla Legge (48.812 posti + 6.446 posti su sostegno) e ripartiti per gradi di istruzione della scuola primaria e secondaria, per tipologia di posto e per regioni. In totale quest’anno saranno 102.734 le assunzioni effettuate dallo Stato nella scuola. 

“Abbiamo voluto creare uno spazio di servizio per fornire aggiornamenti e informazioni agli insegnanti che rientrano nel nostro piano di assunzioni – dichiara il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini – Qui i docenti potranno trovare documenti, contatti, assistenza, faq. E da qui – ricorda il Ministro – potranno accedere direttamente anche alla domanda per la procedura nazionale. Al Miur stiamo lavorando affinché tutte le assunzioni avvengano nei tempi prestabiliti a garanzia – conclude Giannini – di un sereno avvio del nuovo anno scolastico”.

 

Buona Scuola

 

Possono partecipare al piano di assunzioni:

i soggetti iscritti a pieno titolo nelle graduatorie del concorso ordinario bandito con decreto 82 del 24 settembre 2012;
i soggetti iscritti a pieno titolo nelle graduatorie ad esaurimento, esclusivamente con il punteggio e con i titoli di preferenza e precedenza posseduti alla data dell’ultimo aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento, avvenuto per il triennio 2014-2017.

 

Sono, invece, esclusi:

i soggetti iscritti nelle graduatorie dei concorsi per titoli ed esami banditi anteriormente all’anno 2012;
il personale già assunto quale docente a tempo indeterminato alle dipendenze dello Stato;
i soggetti iscritti nelle graduatorie ad esaurimento che non abbiano sciolto la riserva per conseguimento del titolo abilitante entro il 30 giugno 2015.

È bene inoltre tener presente che vanno presentate le domande in tutte le province, esprimendo:

l’ordine di preferenza tra tutte le province a livello nazionale;
l’ordine di preferenza tra i posti di sostegno e i posti comuni;
per i candidati inseriti sia nelle Gae sia nella graduatoria dei concorsi, a quale delle due procedure dare la precedenza.

Come già detto, all’indirizzo mail indicato sarà trasmessa la proposta di assunzione, che dovrà essere accettata, entro dieci giorni dalla data di ricezione, esclusivamente attraverso il sistema informatico del Miur.

In caso di mancata accettazione, nel termine e con le modalità previste, si perde ogni diritto ad ulteriori proposte di nomina in ruolo e si viene cancellati dalle rispettive graduatorie.

 

Le fasi delle assunzioni (fonte Miur)

 

Riepiloghiamo, infine, le fasi attraverso le quali saranno effettuate le assunzioni.

 

FASE ZERO

In questa fase è prevista l’immissione in ruolo di 36.627 docenti così ripartiti:

21.880 su posti comuni, per cessazioni dal servizio
14.747 su posti di sostegno
Le regole sono quelle degli anni passati. Unica eccezione è che non sono previste compensazioni: tutti i posti residui per mancanza di aspiranti nella specifica graduatoria a cui sono destinati (concorso o graduatorie a esaurimento) vengono utilizzati nelle fasi successive.

Chi partecipa

I docenti iscritti a pieno titolo nelle graduatorie a esaurimento e nellegraduatorie dei concorsi a cattedra.

Cosa fa l’aspirante

L’aspirante docente che riceve una proposta di nomina deve accettare o rifiutare secondo le consuete modalità indicate dagli USR. Per essere assunti nella Fase Zero non serve presentare alcuna domanda, ma è comunque opportuno che tutti gli aspiranti alla nomina compilino il modulo di domanda online per la partecipazione alle Fasi B e C del piano straordinario di assunzioni. Infatti, la data finale per la presentazione del modulo è il 14 agosto, che si sovrappone con la conclusione delle assunzioni per le Fasi Zero e A. Naturalmente, le domande presentate dagli aspiranti che siano assunti già nelle Fasi Zero ed A, non saranno prese in considerazione per le fasi successive.

Cosa fa l’USR

Si occupa di scorrere le graduatorie, per effettuare le nomine.

Cosa fa la scuola

La scuola si occupa della stipula dei contratti dopo l’assegnazione della sede di servizio da parte dell’USR.

FASE A

È la prima fase del piano straordinario di assunzioni previsto dalla Legge 107/2015.
L’obiettivo di questa e della successiva Fase B è la copertura di ulteriori 10.849posti comuni e di sostegno vacanti e disponibili. In totale i posti resi disponibili nelle fasi Zero e A ammontano a 47.476.

Chi partecipa

Gli aspiranti docenti non di ruolo iscritti a pieno titolo, alla data di entrata in vigore della Legge 107/2015, nelle graduatorie a esaurimento e nellegraduatorie del concorso 2012.

Cosa fa l’aspirante

L’aspirante docente che riceve una proposta di nomina deve accettare o rifiutare secondo le consuete modalità indicate dagli USR. Per essere assunti nella Fase A non serve presentare alcuna domanda, ma è comunque opportuno che tutti gli aspiranti alla nomina compilino il modulo di domanda online per la partecipazione alle Fasi B e C del piano straordinario di assunzioni. Infatti, la data finale per la presentazione del modulo è il 14 agosto, che si sovrappone con la conclusione delle assunzioni per le Fasi Zero e A. Naturalmente, le domande presentate dagli aspiranti che siano assunti già nelle Fasi Zero ed A, non saranno prese in considerazione per le fasi successive.

Cosa fa l’USR

L’USR provvede a scorrere le graduatorie, per effettuare le nomine. Al termine delle operazioni di questa Fase A e della precedente Fase Zero, comunica e convalida sul sistema informativo:

la disponibilità residua di posti comuni e di sostegno
i nominativi degli immessi in ruolo e di coloro che hanno rinunciato alla proposta di nomina nella Fase Zero e nella Fase A

Cosa fa la scuola

La scuola si occupa della stipula dei contratti dopo l’assegnazione della sede di servizio da parte dell’USR.

FASE B

Questa Fase prevede la copertura dei posti di organico di diritto rimasti vacanti e disponibili dopo la Fase A.
Le proposte di nomina vengono effettuate esclusivamente tramite sistema informativo.
L’aspirante docente è nominato nella prima provincia nella quale vi sia disponibilità per l’insegnamento per cui concorre. Tale provincia è individuata scorrendo l’ordine di preferenza indicato nella domanda.

Chi partecipa

Gli aspiranti docenti non di ruolo iscritti a pieno titolo, alla data di entrata in vigore della Legge 107/2015, nelle graduatorie a esaurimento e nellegraduatorie del concorso 2012 che non hanno avuto una proposta di nomina nelle fasi precedenti.

Cosa fa l’aspirante

L’aspirante docente deve presentare domanda esclusivamente tramite sistema informativo. Il modulo di domanda è disponibile su Istanze Online del sito MIUR dalle ore 9:00 del 28 luglio alle ore 14:00 del 14 agosto.
La domanda è valida per questa fase e per la successiva.

Per questa attività è previsto, nello stesso periodo, un servizio di assistenza telefonica.

Poiché il periodo previsto per la presentazione delle domande si sovrappone con le procedure di assunzione per le Fasi Zero ed A, si raccomanda a tutti gli aspiranti di fare comunque la domanda. Le domande di coloro che verranno assunti nelle citate Fasi Zero ed A non verranno prese in considerazione.

Al momento della compilazione della domanda, gli aspiranti docenti in possesso di specializzazione sul sostegno esprimono l’ordine di preferenza fra posti di sostegno e posti comuni, specificando altresì l’ordine di preferenza fra tutte le provincie.

Le proposte di assunzione sono effettuate esclusivamente tramite il sistema informativo, all’inizio di settembre. Gli aspiranti docenti avranno dieci giorni di tempo dal momento di ricezione della proposta per accettarla o rifiutarla, sempre tramite il sistema Istanze Online. La mancata accettazione equivarrà al rifiuto.

Sul sito internet del Ministero potranno essere pubblicate ulteriori informazioni al riguardo.

Cosa fa l’USR

Fornisce indicazioni sull’assegnazione della sede di servizio all’aspirante che ha ricevuto una proposta di nomina.

Cosa fa la scuola

La scuola si occupa della stipula dei contratti.

 

FASE C

È la fase dedicata alla copertura dei posti per il potenziamento dell’offerta formativa così come previsto dalla Legge 107/2015.
Tali posti a livello nazionale sono 55.258 e ciascun USR ha a disposizione il contingente di posti previsto dalla Tabella 1 allegata alla Legge.

I posti del potenziamento sono ripartiti fra le classi di concorso in base al fabbisogno di docenti, inclusi i collaboratori del dirigente scolastico, che le scuole comunicano al sistema informativo dal 21 settembre al 5 ottobre e che gli USR verificano immediatamente dopo tenendo conto delle graduatorie.

L’aspirante docente è nominato nella prima provincia nella quale siano disponibili posti di potenziamento per l’insegnamento per cui concorre. Tale provincia è individuata scorrendo l’ordine di preferenza indicato nella domanda.

Chi partecipa
Gli aspiranti docenti non di ruolo iscritti a pieno titolo nelle graduatorie ad esaurimento e nelle graduatorie del concorso 2012 che non hanno avuto una proposta di nomina nelle fasi precedenti.

Cosa fa l’aspirante
L’aspirante docente, successivamente alla comunicazione del fabbisogno da parte delle scuole, verifica su Istanze Online se ha ricevuto una proposta di nomina. In caso positivo, sempre su Istanze Online, deve accettare o rifiutare tale proposta entro i successivi dieci giorni.

Sul sito del Ministero saranno pubblicati ulteriori dettagli entro il mese di ottobre.

Cosa fa l’USR
L’USR verifica le esigenze comunicate dalle scuole a livello di provincia.

Cosa fa la scuola
La scuola si occupa della stipula dei contratti.