Home Personale Alcune precisazioni sui contratti a tempo determinato sui posti di sostegno

Alcune precisazioni sui contratti a tempo determinato sui posti di sostegno

CONDIVIDI

L’U.s.r. per la Lombardia ha risposto a numerosi quesiti relativi all’attribuzione di contratti definitivi per le supplenze sui posti di sostegno a seguito della pubblicazione degli elenchi aggiuntivi di seconda fascia e delle graduatorie definitive di terza fascia per il corrente anno scolastico.

Con la circolare 16903 del 20 novembre 2015 l’Ufficio scolastico lombardo ha ricordato che il Miur, con note del 15 novembre 2011, prot. 9739, e del 18 novembre 2011, prot. 9498, note tuttora valide per il corrente anno scolastico, ha previsto che i dirigenti scolastici, in mancanza assoluta di personale specializzato negli elenchi di sostegno di tutte le fasce nell’istituzione scolastica e nelle scuole viciniori, possano confermare i docenti non specializzati nominati fino all’avente titolo dalle graduatorie di istituto di prima e seconda fascia, in quanto tali graduatorie erano già definitive all’inizio del corrente anno scolastico.

Icotea

Con riferimento, invece, alle graduatorie di terza fascia, che non erano definitive all’inizio dell’anno scolastico in corso, le supplenze conferite ai docenti non specializzati non possono essere confermate, e l’individuazione dell’avente titolo dovrà avvenire a seguito di un nuovo scorrimento delle graduatorie a partire dalle code della seconda fascia.

Tali indicazioni, scrive l’U.s.r., trovano applicazione soltanto nel caso si debba necessariamente procedere all’individuazione di docenti non specializzati.