Home Archivio storico 1998-2013 Generico Assegnate le risorse per la scuola in ospedale e istruzione domiciliare

Assegnate le risorse per la scuola in ospedale e istruzione domiciliare

CONDIVIDI
  • GUERINI
Per la prima volta quest’anno le risorse finanziarie destinate alla scuola in ospedale e l’istruzione domiciliare per l’a.s. 2012/2013 (ex L.440/1997) sono state assegnate non più agli Uffici scolastici regionali, ma direttamente alle singole scuole polo e alle scuole con sezioni ospedaliere.
Non essendo possibile pre-determinare in modo certo il numero degli studenti ammalati e ricoverati, nell’assegnazione delle risorse, il primo criterio seguito è stato quello di tener conto del numero dei docenti in servizio nelle sezioni ospedaliere, ai quali attribuire l’importo di €. 258,00 per ogni docente (con orario di cattedra) in organico, da inserire nel fondo per la retribuzione individuale di tali docenti.
Altro criterio seguito è stato quello di attribuire sia alle scuole polo regionali, sia alle scuole secondarie di 2° grado, titolari di reti di scuole, operanti presso centri ospedalieri di grandi dimensioni, una quota di risorse come fondo di riserva per il finanziamento di ore aggiuntive per le discipline d’indirizzo della scuola secondaria di 2° grado.
Per quest’anno, inoltre, le somme destinate e destinabili all’istruzione domiciliare e ad eventuali azioni di formazione e sensibilizzazione sono state assegnate alle scuole polo regionali.
Poiché l’operazione effettuata potrebbe non assicurare la completa equità e il rispetto delle diverse esigenze che, in corso di anno scolastico possano prodursi, nei prossimi mesi saranno esaminate, in stretta collaborazione con il Comitato Regionale per la scuola in ospedale e a domicilio, la coerenza ed efficacia della distribuzione effettuata, provvedendo, se necessario, ad apportare eventuali modifiche nell’assegnazione, se rese necessarie per sopraggiunti motivi documentati, comunque entro e non oltre il termine dell’ anno scolastico in corso.
Contestualmente, saranno anche avviate specifiche azioni di monitoraggio relative sia all’esito delle iniziative progettuali realizzate nel territorio per la scuola in ospedale e l’istruzione domiciliare, sia all’effettivo impiego delle risorse finanziarie erogate per l’a.s. 2012/2013.
La relazione di monitoraggio, sarà accompagnata dalle schede di rilevazione n. 1 (per le scuole con sezione
ospedaliera), e n. 2 (per i progetti di istruzione domiciliare), allegate alla Nota prot.n. 2322 del 9 aprile 2013.
Relazione di monitoraggio e schede 1 e 2, compilate dai referenti regionali e per il portale e vidimate dal Direttore Generale dell’USR di appartenenza, saranno trasmesse al Miur entro e non oltre iI 31 agosto 2013.