Home Attualità Associazione Nazionale Quadri Pa chiede intervento legislativo urgente a Renzi

Associazione Nazionale Quadri Pa chiede intervento legislativo urgente a Renzi

CONDIVIDI

Un decreto legge che garantisca alle scuole il regolare avvio del prossimo anno scolastico intervenendo tempestivamente sulle questioni del blocco delle immissioni in ruolo, delle supplenze annuali e della sostituzione del personale ATA assente. E’ questa la richiesta urgente inviata da Giorgio Germani, presidente di Anquap, l’Associazione Nazionale Quadri delle Amministrazioni Pubbliche, al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e ai ministri dell’Istruzione, Stefania Giannini, e della Semplificazione, Marianna Madia.

“Il blocco delle immissioni in ruolo e delle supplenze annuali – spiega nel documento Germani – costituisce una lesione grave di diritti acquisiti da personale che da anni lavora nelle scuole con contratti a tempo determinato spesso superiori a trentasei mesi e quasi sempre senza soluzione di continuita'”.

E non e’ tutto: “La lunga attesa del percorso ancora non avviato di ricollocazione del personale degli Enti Locali porra’ le scuole in una condizione di obiettiva difficolta’ di funzionamento. Sono circa diecimila i posti vacanti e disponibili da attribuire con rapporti di lavoro in attesa dell’avente titolo e ricorso alle graduatorie di circolo e di istituto. Circostanza questa che potrebbe impedire l’assunzione di chi si trova nelle prime posizioni delle graduatorie provinciali permanenti. Se questa misura dovesse restare, si chiede una correzione sul piano amministrativo per consentire che anche le assunzioni in attesa dell’avente titolo avvengano scorrendo le graduatorie provinciali permanenti, come sara’ per ricoprire i posti solo disponibili derivanti dall’adeguamento dell’organico di diritto alle situazioni di fatto e da altre forme di disponibilita'”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Criticità evidenziate anche nella disciplina delle supplenze introdotta dalla Legge di Stabilita’ 2015: “Questa disciplina, che rende impossibile o quasi il conferimento di supplenze per sostituire il personale assente, potrebbe generare difficolta’ anche nelle situazioni (e non saranno poche considerato che i posti vacanti di Direttore SGA sono circa mille su tutto il territorio nazionale) in cui gli Assistenti Amministrativi saranno obbligati (come possono essere obbligati) a sostituire i Direttori SGA per l’interno anno o per periodi medio lunghi” 

CONDIVIDI